Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Massa Carrara


"E' un TEATRINO per prenderci SOLDI, ci DIFENDEREMO in tutte le SEDI"

Pesante sentenza contro la Massese da parte del Tribunale Federale. L'allenatore Gassani però non ci sta

Dodici mesi di inibizione al direttore generale Dario Pantera, otto mesi al presidente Giovanni Nepori, 2000 euro di multa alla società Massese, deferito alla Commissione disciplinare del settore tecnico della FIGC l’allenatore Matteo Gassani. Ecco la dura sentenza pubblicata sull’ultimo bollettino della LND Toscana che ha concluso l’indagine della procura federale dopo la denuncia di un calciatore, già tesserato per la società bianconera, in ordine al comportamento tenuto dall’allenatore nei confronti di due calciatori.

E’ lo stesso Gassani che prende posizione e risponde duramente. “In merito alla sentenza pronunciata dal tribunale sportivo territoriale nei confronti del dg Pantera e del presidente Nepori (il sottoscritto dovrà rispondere delle proprie azioni il prossimo 5 marzo) è arrivato il momento di fare chiarezza perché quanto contestato alle parti è privo di elementi oggettivi e frutto di fantasie personali da parte del denunciante”.

Gassani inizia così il suo racconto. “In data 02/12/2019 (nella sentenza sono erroneamente riportate le date dell’8 Novembre 2020 e del 2 Dicembre 2020, ma devono ritenersi relative all’anno 2019 ndr) giorno dell'apertura del mercato invernale vengo contattato telefonicamente dal dg Pantera che mi riferiva della richiesta da parte dei calciatori Cela e La Rosa di essere svincolati. Da parte mia all'inizio c'era ostruzionismo, visto che dal punto di vista tecnico si trattava di due giocatori titolari dell'allora reparto difensivo e perché nonostante fossero difensori erano i giocatori più prolifici della squadra dal punto di vista realizzativo, e ciò testimoniava l'importanza tecnica degli stessi nel contesto sportivo e di conseguenza il mio iniziale ostruzionismo al loro svincolo”.

“Il dg Pantera, sempre telefonicamente, e in quella data, mi informava che i tesserati erano irremovibili nella loro decisione di lasciare la squadra – prosegue Gassani -, il cui motivo principale era che gli stessi non tolleravano più, a loro dire, le critiche feroci degli ultras (anche questo aspetto non veritiero perché gli ultras nonostante una stagione difficile dal punto di vista dei risultati sportivi sono sempre stati vicino alla squadra)”.

A questo punto Gassani prese atto. “Riferì a Pantera che i giocatori potevano lasciare il gruppo squadra solo quando sarebbero arrivati i sostituti, invitando il dg a trovarli nell'immediatezza visto l'imminente gara di campionato a Castelfiorentino che aveva una rilevanza importante. Dal 03/12/2019 né il Cela né il La Rosa si presentavano più agli allenamenti e non ottemperavano alla convocazione inviatagli dalla società a mezzo raccomandata postale per la gara domenicale successiva. Dal dg Pantera mi veniva riferito, a tal proposito, che il La Rosa non rispose mai alle sue chiamate mentre il Cela mandò un certificato medico rilasciato da un medico specializzato in pediatria, e ripeto pediatra, nel quale si evidenziava che il calciatore non poteva svolgere attività agonistica ma aveva bisogno di assoluto riposo a causa di un problema al ginocchio”.

L’allenatore nega di “avere avuto contatti diretti con il tesserato Cela se non quelli di natura tecnica e mai fatto richieste economiche allo stesso visto che i rapporti per ottenere lo svincolo lì doveva avere con il dg Pantera e il presidente Nepori quali persone incaricate a svolgere tali mansioni. Tutto ciò è confermato dai testimoni interpellati dalla procura federale, nonché da altri tesserati di quel momento che nella finestra di mercato vennero svincolati, i quali nelle loro dichiarazioni hanno riferito e verbalizzato che ottennero lo svincolo senza che la società (o il sottoscritto) gli richiedesse somme di denaro e sempre gli stessi hanno riferito e verbalizzato che il sottoscritto non ha mai partecipato a riunioni nelle quali l'argomento fosse di natura non tecnica”.

A proposto delle registrazioni che sarebbe state portate come prove, Gassani spiega che “si parla che il Cela avrebbe registrato il contenuto delle presunte riunioni da lui indicate che poi sono state messe all'attenzione degli imputati e nelle quali è emerso, in maniera oggettiva, che le voci presenti nelle stesse non sono riconducibili né al sottoscritto né al Pantera e per confermare tale estraneità a ciò, i suddetti, chiesero al procuratore federale di essere sottoposti ad esame vocale che avrebbe confermato, in maniera inequivocabile, la loro estraneità a quanto contestato, ma tale richiesta, in maniera inspiegabile, non è stata accolta e per di più, è bene sottolineare, che tali registrazioni sono state ritenute valide dal giudice nonostante che quest'ultimo non conosca minimamente il timbro di voce degli imputati perché gli stessi non sono stati mai ascoltati in tribunale e non hanno presenziato all'udienza”.

L’allenatore bianconero vuole poi precisare “che lo stesso presidente del Corneto Tarquinia, squadra nella quale Cela fu tesserato da dicembre, nega di aver versato somme all’US MASSESE per ottenere lo svincolo del calciatore, cosa che invece il Cela riferisce essere avvenuta”.

E poi. “Faccio presente che in data 06/02/2020 la società riceve una lettera dall'avvocato del Cela, tale avvocato QUATTRONE, indirizzata anche al sottoscritto nella quale vengono richiesti 6.600 euro da versare al Cela (non capendone il motivo di tale richiesta) e in caso di non ottemperanza a ciò lo stesso avvocato riferiva che avrebbe agito nelle sedi di competenza. Questo a casa mia si chiama ricatto nonché estorsione”.

Infine Gassani precisa anche il comportamento sempre tenuto in fase processuale. “Aggiungo, per terminare, che il collaboratore federale autore delle indagini al termine delle stesse chiese con insistenza ai nostri avvocati che il sottoscritto e gli altri imputati si avvalessero del patteggiamento. In virtù dell’estraneità ai fatti contestati, il sottoscritto e gli altri imputati rifiutarono il patteggiamento perché per noi era un ricatto, perché patteggiare un qualcosa mai commesso è un ricatto”.

E ora? Cosa succederà? “Siamo pronti ad arrivare fino all' ultimo grado di giustizia e se è il caso fino al tribunale di Losanna, nonostante tutto ciò comporti un grande esborso economico, per tutelare la nostra immagine e la nostra dignità e per far cadere le accuse fantasiose, infondate e calunniose nei nostri confronti, nonché il “teatrino” inscenato al solo scopo di estorcere denaro, convinti che la verità verrà fuori perché quest'ultima è supportata da prove a nostro favore inequivocabili”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Gino Mazzei il 01/03/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Un giovane PORTIERE lascia la TOSCANA e va a giocare in LIGURIA

Colpo a sorpresa nell’ultimo giorno di mercato per il Magra Azzurri che si aggiudica l’estremo difensore della Pontremolese Andrea Santini. Il classe 2002, chiamato lo scorso anno a difendere la porta lunigianese nel difficile campionato di Eccellenza Toscana e reduce da una buona stagione che lo ha visto protagonista in positivo in diverse circostanze, nella nuova stagione, non avr...leggi
23/09/2022

Il VALLIZERI non ci sta: "BASTA con voci INVENTATE su di NOI"

Duro comunicato del Vallizeri, società che partecipa al campionato di Terza Categoria Massa-Carrara, che vuole mettere a tacere alcune voci societarie. GSD Vallizeri ci tiene a precisare che a giorni verrà annunciato il nuovo allenatore per la stagione 2022/23. Detto questo mettiamo anche a tacere una volta per tutte le continue voci che ci...leggi
29/06/2022


E' rottura tra la SAN MARCO AVENZA e il tecnico DELLA BONA

"L’Usd San Marco Avenza 1926 comunica la conclusione del rapporto sportivo con l’allenatore Giuseppe Della Bona ed il vice Maurizio Bertocchi. Ad entrambi il club si sente di esprimere la massima gratitudine per il lavoro svolto nella scorsa stagione ed augura loro soddisfazioni future". Colpo di scena dunque ad Avenza dopo la brillante stagione in Ecce...leggi
22/06/2022

Finale THRILLING in TERZA MASSA-CARRARA: ecco chi ha VINTO

L’ultimo turno dell’avvincente campionato di Terza Massa-Carrara ha riservato la sorpresa che tanti addetti ai lavori non pensavano. L’ex capolista Attuoni Avenza cade nel test importante della stagione contro il Montignoso, mentre la “rivale” Carrarese Giovani conquistando i tre punti a Fosdinovo balza in vetta al girone aggiudicandosi il titolo di campione provin...leggi
13/06/2022

SAN MARCO AVENZA, ecco CHI sono i SETTE giocatori CONFERMATI

L'Usd San Marco Avenza 1926 (Eccellenza) comunica che sono state definite alcune riconferme riguardo alla rosa della prima squadra di Eccellenza 2022/23. Restano in rossoblu Ivan Cacchioli, Gianmaria Cucurnia, Arturo Zuccarelli, Alessio Montecalvo, Michael Buffa, Alessio Raffo e Samuele Mosti. Nei prossimi giorni altre operazioni in vista...leggi
08/06/2022

La PONTREMOLESE sceglie per la PANCHINA un "CAVALLO di RITORNO"

La Pontremolese è lieta di annunciare che sarà Riccardo Bracaloni il mister che avrà il compito di guidare la stagione del riscatto nel torneo di Promozione Toscana 2022/2023. Riccardo è già stato l'allenatore degli azzurri nella prima stagione condizionata dal Covid19 e terminata ai primi di marzo 2020. Il suo è...leggi
19/05/2022

Dalla SAN MARCO AVENZA alla SERIE A

Dopo la Nazionale giovanile e l’esordio in Coppa Italia col Lecce per Nicolò Bertola è arrivato domenica scorsa il momento che tutti i ragazzi sognano ovvero l’esordio in serie A. Nella gara di Udine vinta per 3-1 e che ha decretato la salvezza anticipata dello Spezia nella massima serie, il mister aquilotto Thiago Motta lo ha manda...leggi
18/05/2022

LETTERA del PRESIDENTE della PONTREMOLESE dopo la RETROCESSIONE

La Pontremolese è retrocessa in Promozione ed il Presidente Piergiorgio Aprili traccia un bilancio dell'annata, guardando però giustamente anche a quanto di buono è stato fatto dal suo club. Questa la bella lettera pubblicata dal massimo dirigente sulla Pagina Facebook del club: La vita è fatta per il 20% da quello che ti accade e per il 80% d...leggi
28/04/2022

Ecco cosa è successo tra il ROMAGNANO e mister Raffaele MORIANI

Il Presidente del Romagnano (Prima Categoria Girone A) Roberto Pucci fa chiarezza sulle dimissioni dell'allenatore Raffaele Moriani, che ha salutato così come il suo vice Paolo Fusco, il team manager Guglielmo Baldini ed il direttore sportivo Gabriele Panizzi. "Penso che quanto accaduto si verifichi spesso in uno spogliatoio, ovvero che se non fai giocare qualcuno, q...leggi
07/04/2022

"SCONTRO" staff tecnico-giocatori e in tanti se ne vanno VIA

Storie di calcio e di uomini, dove sempre non si può andare d'accordo. Stavolta però ogni tentativo di mediare è andato a farsi benedire. E' così quanto accaduto nei giorni scorsi a Romagnano (Prima categoria girone A) è davvero una vicenda da raccontare. Partiamo dal fondo e dalla conseguenze: dalla scorsa settimana Raffaele Moriani non è pi&ug...leggi
06/04/2022

Una gara di ECCELLENZA a PORTE CHIUSE a TUTELA dell'ORDINE PUBBLICO

Domenica 13 marzo si disputerà l’incontro Massese – San Marco Avenza valevole per il Girone A di Eccellenza. In considerazione dei gravi episodi di violenza occorsi il 18 settembre 2021 all’esterno dell’impianto sportivo ove era in programma la gara “San Marco Avenza – Massese”, valevole per la Coppa Italia di Eccellenza, tra gruppi ultra...leggi
10/03/2022

COPPA TERZA MASSA-CARRARA, VINCE di misura il VALLIZERI (2-1)

Vallizeri - Attuoni Avenza 2-1 VALLIZERI: Zannoni, Kadiu, Eshraoui, Ribolla, Gueye (40’ st Castelletti), Rossi (35’ st Ferrari), Bondi, Fornaciari, Capiferri, Oddo, Farhate. A disposizione: Agostinelli, Chakir, Cervara. Allenatore: Allenatore: NeriATTUONI AVENZA: Tovani, Pollina, Rossi, Soldati, Del Punta, Lodola, Fran...leggi
09/12/2021

Lunedì 20 dicembre STAGE di APPORT con l'ex Nazionale Luca BUCCI

Sopo un periodo di sosta forzata Apport, Associazione Italiana Preparatori dei Portieri, riparte con gli stage in presenza su tutto il territorio Nazionale. La Toscana, la provincia di Massa Carrara e in particolare lo Stadio dei Marmi Quattro Olimpionici Azzurri di Carrara, saranno il palcoscenico dell’evento organizzato da Apport con un relatore veramente di eccezione: Luca Bucci. ...leggi
06/12/2021



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13829 secondi