Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


PROMOZIONE, è ufficiale la SEPARAZIONE tra il VORNO ed ANDREA GAMBINI

"Ho chiuso un ciclo e devo cercare nuovi stimoli, grazie di cuore per quello che questa piazza mi ha dato"

Andrea Gambini ed il Vorno si separano. Dopo le due memorabili stagioni che hanno portato prima alla vittoria del campionato di Prima Categoria, quindi al mantenimento della Promozione, le strade del tecnico e del club biancoceleste si dividono.

Il tecnico svela i motivi che lo hanno portato a questa scelta. "Personalmente penso che a Vorno ho chiuso un ciclo, ho fatto gli ultimi anni da giocatore e mosso i primi passi da allenatore, ottenendo una vittoria del campionato di Prima e la salvezza in Promozione quest'anno. Ho parlato con la società, penso che sia giunto il momento di cercare nuovi stimoli. Loro hanno dato molto a me, io ho dato molto a loro. Proprio per questo abbiamo ottenuto dei risultati. Ringrazio tutti, dal Presidente ai Dirigenti, Roberto Del Dotto, Stefano Bianchi, i fratelli Gabrielli, i DS Maurizio Dal Porto e Paolo Pieri e Marino Scardigli. Hanno sempre avuto fiducia in me, soprattutto nei momenti difficili ed hanno sempre creduto in me, per questo sono molto grato a tutti loro e a tutta Vorno. Ripeto, è giunto il momento per me di cercare nuovi stimoli e misurarmi con altre realtà. Loro hanno compreso. Vediamo se arriverà qualche proposta interessante. Infine ringrazio i giocatori, dal primo all'ultimo, perché se ho ottenuto dei risultati è grazie soprattutto a loro, che hanno sempre dato il massimo sia agli allenamenti che la domenica, non tirandosi mai indietro. Encomiabili. Sono stati loro i veri protagonisti e artefici di questa annata, perché ci hanno creduto fino alla fine. Un abbraccio a tutti loro. Veramente grazie di cuore a tutta Vorno per quello che mi ha dato in questi anni".

Il Vorno ha mantenuto la Promozione dopo il playout vinto contro lo Staffoli. "È stato un campionato difficile. Era per tutti la prima esperienza ed abbiamo raggiunto un obbiettivo importante per una piazza come Vorno. Le ultime giornate sono state appassionanti e ne siamo usciti alla grande".

Soltanto nel finale il Vorno è stato risucchiato nella zona playout. "37 punti, 20 il girone di andata e 17 il ritorno, non sono pochi per una matricola e per una società che non aveva fatto mai la Promozione. Gli altri anni con questi punti ci si salvava. Quest'anno non è andata così, ma tutto è finito bene. Eravamo partiti forte e a molti poteva apparire che sarebbe tutto filato liscio, ma i valori delle altre squadre sono venuti fuori e noi in molti casi abbiamo pagato l'inesperienza, magari in alcune partite bisognava portare via un punticino invece di cercare la vittoria e in alcuni periodi la rosa era falcidiata dagli infortuni. L'obiettivo erano 36 punti e salvezza. È arrivata, ai play out, meritata. I ragazzi hanno veramente dato tutto dal primo all'ultimo. Veramente li ringrazio per quello che hanno dato ad ogni singolo allenamento. La rosa era molto giovane e siamo felici di avere valorizzato molti ragazzi, come Barbaro, Battaglia, Petretti, Esteban, Antoni, Ghilardi, Martinucci e Piattelli".

Che differenze avete trovato in Promozione rispetto alla Prima Categoria? "Tutte le partite sono tirate dal primo minuto fino alla fine, non ti puoi distrarre mai e devi avere sempre una grande concentrazione. Tutte le squadre sono molto organizzate e preparate. C'è la terna arbitrale. Ogni squadra ha sempre un paio di elementi di grande valore. Società molto organizzate ed alcune di loro di grande blasone. Un bel salto, non facile da gestire".

Gambini traccia un bilancio della sua avventura a Vorno. "È stata una gran bella esperienza, molto impegnativa, mi ha insegnato molto soprattutto nei momenti difficili, che ho condiviso con il mio secondo Marco Bertini e l'allenatore dei portieri Stefano Martinucci. È grazie anche a loro se li abbiamo superati e ci siamo salvati".

Qualcosa si sta già muovendo per il futuro? "Ho preso la decisione di lasciare Vorno indipendentemente da quello che succederà, al momento nessuno mi ha contattato, vedremo nelle prossime settimane se arriveranno proposte interessanti".

 
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/05/2017
 

Altri articoli dalla provincia...



Il SERAVEZZA POZZI piange la SCOMPARSA del suo ex PRESIDENTE

Seravezza Pozzi in lutto per la scomparsa di Massimo Bresciani, uno dei fondatori di un club che vanta una piccola ma intensa e recente storia. Presidente nelle due prime consecutive vittoriose stagioni del nuovo Seravezza in Terza e Seconda Categoria, Bresciani era un amico fratello dell'attuale Direttore Generale Edo Luisi e se ne è andato a soli sessanta anni. I funera...leggi
10/08/2020

"RIPARTIRE sì, ma solo con il PUBBLICO allo STADIO"

A poche settimane dalla ripresa dell’attività sportiva, ecco le dichiarazioni del vicepresidente del Real Forte Querceta Alessandro Mussi:  “La questione che per il momento preoccupa maggiormente è capire come ripartirà la stagione dal punto di vista sanitario. Noi siamo pronti per ricominciare, ma preferiremmo farlo con il pubblico del "Necchi-Ball...leggi
03/08/2020

"Parlano in giro male di noi: chiediamo rispetto per il nostro lavoro"

Lammari non ci sta. Dopo la "ripartenza" della società per garantirsi il futuro, ora affiorano alcune difficoltà che il nuovo direttore generale Luca Casini vuole porre all'attenzione generale. "Stiamo avvertendo un clima di diffidenza verso di noi. A qualcuno fa comodo dire che il Lammari non esiste più o che siamo ai minimi termini. Questo ostacola il nostro lavor...leggi
24/07/2020

L’Aquila si rilancia: titolo con gli allievi più Roffi e prima squadra

Vittoria nel campionato provinciale Allievi con immediato diritto a prender parte al campionato regionale, cui si aggiungono l'arrivo di un allenatore di blasone nel panorama del calcio lucchese e un ritorno a disputare i campionati dilettanti.L’Aquila S. Anna sbatte le ali in faccia al lock down e al covid e riparte rilanciando le proprie ambizioni.A dare slancio ai bianconer...leggi
10/07/2020

DOLORE per l'improvvisa scomparsa del giovane padre di un CALCIATORE

Lavorava come magazziniere nello stabilimento LUCART di Porcari (Lucca). E proprio qua, questa mattina, ha avuto un malore improvviso Massimo Del Dotto, 52 anni, soccorso poi vanamente dai colleghi di lavoro che l'avevano visto accasciarsi a terra.  Massimo Del Dotto viveva a Saltocchio ed era molto conosciuto nell'ambiente calcistico per essere tifoso della Lucchese, nonch&eg...leggi
18/06/2020


CALCIO in LUTTO per la SCOMPARSA del presidente del BARGA

Lutto nel mondo del calcio. E' scomparso all'età di 85 anni Guido Mori, da tanti anni dirigente prima e presidente poi del Barga, storico club della provincia di Lucca.  Ecco il toccante saluto del figlio Leonardo. "Oggi, il nostro presidente ci ha lasciato, “Il Nonno” ha attaccato le scarpette al chiodo. In qualità di presidente facen...leggi
16/06/2020

Si torna a "PARLARE" di CALCIO a VIAREGGIO: ecco le NOVITA'

Il Marco Polo Sports Center e lo Sporting Viareggio 86 hanno raggiunto un accordo di collaborazione finalizzato al rilancio del calcio a Viareggio. Due società ormai radicate sul territorio, che partono dalla volontà di garantire ai giovani di Viareggio la possibilità di avviarsi alla pratica del calcio fin dalla giovane et&...leggi
16/06/2020

Indagine della PROCURA: terremoto nel CALCIO TOSCANO

Un nuovo terremoto fa tremare il calcio dilettantistico toscano. L’epicentro è a Viareggio: è qui che la procura di Lucca contesta alla spina dorsale della defunta società bianconera costituita nel 2014, niente meno che l’associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Nella stagione 2018-2019, quella conclusasi con...leggi
12/06/2020

Lutto nel CALCIO GARFAGNINO per la scomparsa di MARCO CAVILLI

Grande tristezza in Garfagnana ma in tutto il calcio della provincia di Lucca per la prematura scomparsa di Marco Cavilli, per tanti anni importante dirigente del Castelnuovo Garfagnana e molto conosciuto. Lottava contro una brutta malattia da parecchio tempo. Questo il triste conunicato della società gialloblù: "La nostra società si unisce al dolore della f...leggi
28/05/2020

VIDEO, vanno a RUBA le MASCHERINE PERSONALIZZATE della LUCCHESE

Vendute in appena tre ore oltre 1000 mascherine rossonere anti Covid-19. Un successo enorme, che va al di là delle più rosee aspettative della Lucchese e che testimonia l'entusiasmo della città verso la squadra protagonista di una stagione esemplare conclusa con la promozione in C. In considerazione dell'eccezionale trend la società ha già ordinato altre 2000 ...leggi
26/05/2020

Il LAMMARI cerca PARTNERS per proseguire la sua ATTIVITA'

E' una delle società storiche del calcio nella provincia di Lucca. Per anni il "miracolo" Lammari si è confrontato con realtà cittadine e di livello in Eccellenza, poi un inevitabile ridimensionamento, la retrocessione in Promozione e una dura gavetta anche in questa categoria. Nel frattempo una squadra Juniores sempre protagonista a livello regionale con un gruppo di ragaz...leggi
25/05/2020

E' morto il padre dell'ex arbitro e dirigente CARLO DINELLI

E' scomparso questo pomeriggio Silvano Dinelli, padre di Carlo, ex arbitro con presenze in serie A e in passato dirigente di società come Castelnuovo e Ghiviborgo. Silvano Dinelli aveva 95 e si è spento all'ospedale di Lucca dove era stato trasportato nella tarda mattinata. I funerali si terranno lunedì 25 Maggio alle ore 17 presso la Chiesa di Vorno. AL...leggi
23/05/2020

A BARGA partiti i lavori per il RIFACIMENTO del TERRENO da GIOCO

Per l'A.S.D.  Barga questa è una settimana speciale perché per la prima volta dopo 40 anni viene rifatto tutto il terreno di gioco del campo, il “Johnny Moscardini“. Questo è stato possibile grazie al contributo di sponsorizzazione che l'azienda Sipack di Barga ci garantisce anche quest'anno. Sipack è un'azienda del territorio specializzata n...leggi
20/05/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07549 secondi