Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

"Arrivo al TAU per aiutare questi RAGAZZI a coltivare il loro SOGNO"

Dopo una lunga carriera in diversi club professionistici, Luca Guerri è il nuovo tecnico degli Under 16 regionali

Luca Guerri è il nuovo allenatore della squadra Allievi B 2007 del Tau Calcio Altopascio che parteciperà al campionato Allievi B Regionale Elite.

“Sono contento di intraprendere questo percorso – dice il tecnico di Pescia – e ringrazio la società e i dirigenti tutti per la fiducia. Sarà una bellissima sfida che condurrò con orgoglio e professionalità, cercando di portare alto il nome della società e contribuire alla crescita e valorizzazione di molti dei nostri ragazzi”.

Guerri arriva al Tau dopo un lunga e importante carriera a livello di calcio giovanile professionistico. Cosa si sente di portare in questo club? "Sono state molte le tappe della mia carriera che mi hanno fatto crescere, alimentando continuamente l’entusiasmo verso questa passione e questo lavoro. Penso a Empoli, Firenze, Lucca, Pontedera, ma anche tutte le realtà dilettantistiche con cui ho collaborato. Ho potuto negli anni vedere il cambiamento dell’approccio verso il calcio, lo sport. Da priorità assoluta dei ragazzi a parte di una vita sempre più frenetica. Con l’esperienza acquisita cercherò di riportare al centro il sogno, l’ambizione dei ragazzi. Quello sguardo luminoso che permette ad ogni giovane di guardare lontano, verso traguardi importanti, e migliorarsi giorno dopo giorno, con il lavoro sul campo e l’impegno".

Guerri prende un gruppo reduce da un'annata straordinaria con il raggiungimento della finale scudetto di Matelica persa ai calci di rigore: cosa servirà per far crescere ulteriormente questi ragazzi? "Una bella sfida ci attende. Una squadra ben costruita e compattata permette più facilmente la crescita dei singoli dal punto di vista tattico, tecnico, ma anche comportamentale e disciplinare. Sarebbe bello, come è successo negli ultimi anni qui al Tau, vedere l’impegno di alcuni dei nostri ragazzi premiato e valorizzato da chiamate importanti di squadre e club prestigiosi. Partiremo da una buona base e sicuramente cercherò di proporre un calcio propositivo e aggressivo, che possa esaltare le doti di ognuno, cercando di esprimere sul campo la passione dei ragazzi e la graduale crescita che ci poniamo come obiettivo".

Il Tau in questi anni sta salendo sempre di più nella valorizzazione dei giovani. Quali pensa siano i fattori fondamental da allenare per un percorso di crescita completo? "Non si può prescindere da nessun valore, un giocatore deve essere giudicato nel suo insieme e soprattutto, per quanto riguarda i giovani, per le sue potenzialità di crescita. La capacità ricettiva dei giovani calciatori, unita all’entusiasmo e la voglia di fare sarà determinante per il nostro percorso. La padronanza tecnica del gioco e l’intensità sono i fattori su cui si baseranno i nostri allenamenti, senza mai dimenticare però che il calcio è un gioco, e la parte ludica sarà fondamentale. Non vediamo l’ora di metterci a lavoro per scrivere un nuovo bel capitolo di questa società ambiziosa, che sta crescendo con velocità e qualità.esta società ambiziosa, che sta crescendo con velocità e qualità".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/07/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,03644 secondi