Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Duro anche MANGINI: "Ora il SISTEMA CALCISTICO è a FORTE RISCHIO"

La LND TOSCANA prende posizione e critica i provvedimenti di riforma del ministro Spadafora

Prende posizione anche il Comitato Regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti. Dopo la presentazione dei cinque decreti per la riforma dello sport italiano (LEGGI QUA) da parte del ministro Spadafora e la dura presa di posizione della LND (LEGGI QUA), interviene ora il Comitato Regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti con un deciso comunicato a firma del presidente Paolo Mangini e del Consiglio direttivo.

Ecco il testo del comunicato arrivato alla nostra redazione: 

RIFORMA DELLO SPORT – NORME PER VINCOLO E LAVORO SPORTIVO

In merito all’abrogazione del vincolo e all’introduzione di norme per il lavoro sportivo, contenute nei Decreti attuativi della riforma dello sport, non possiamo  che concordare pienamente con quanto dichiarato dal presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, quando parla di “catastrofe” riferendosi, ovviamente, a quello che tali normative potranno produrre  nel sistema sportivo dilettantistico.

Un sistema costituito da migliaia di società che grazie all’opera di tanti volontari svolgono un ruolo fondamentale per quanto riguarda la formazione, non solo sportiva, di migliaia di giovani, promuovendo importanti valori morali e civili, e che possono essere considerate delle vere e proprie agenzie educative sul territorio, dei “presidi sociali”.

Tutto questo va salvaguardato e difeso nell’interesse generale di tutta la Società Civile e, da subito,  deve essere fatto il possibile e anche l’impossibile, da chi ne ha la titolarità, affinchè, già dai prossimi passaggi istituzionali, queste norme siano profondamente modificate.

Il Comitato è a fianco delle società, come lo è sempre stato, per far si che la voce del calcio dilettantistico e giovanile  giunga forte e chiara a tutti coloro che dovranno attivarsi per contrastare tali decisioni.     

Paolo Mangini Presidente e Consiglio Direttivo  del Comitato Regionale Toscana LND

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/11/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,09615 secondi