Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

CINTOLESI saluta la PIEVE SAN PAOLO: "Purtroppo, ho FALLITO"

il diesse lascia la società lucchese e ammette di aver chiuso senza centrare gli obiettivi un ciclo triennale

Il rapporto di collaborazione calcistica tra Roberto Cintolesi e la Pieve San Paolo è finito. E' lo stesso (ormai ex) direttore sportivo a raccontarlo a TOSCANAGOL. "Si è concluso un ciclo durato tre anni, nel quale avevo principalmente due obiettivi da centrare e devo dire che li ho falliti entrambi: il primo era quello di salvare il 2001 dalla retrocessione e il secondo era quello di vincere il campionato, in questa stagione, con gli Allievi "A" 2003".

Cintolesi non è tipo che si nasconde e la sua analisi è realisitca. "Sul 2003 erano due anni che lo rinforzavamo per provare a vincere il campionato. La squadra in questo biennio è stata guidata da un allenatore esperto come Marco Marco Maffei, coadiuvato da Giacomo Pesi. C'erano dunque  tutti i presupposti per fare bene. Abbiamo allestito un gruppo di ragazzi che nella mia ventennale carriera da dirigente/allenatore non ho mai avuto, una squadra veramente spettacolare, peccato che sia finita così perchè questi ragazzi meritavano un' altra fine del loro percorso di calcio giovanile".

Al momento della sospensione la Pieve San Paolo era al secondo posto in classifica. "Siamo stati sempre in lotta, ma bisogna riconoscere che l'Aquila S.Anna fino a quel momento aveva dimostrato di essere più scaltra e di avere qualcosa in più di noi, anche se c'erano sette partite ancora da affrontare, tra cui lo scontro diretto. Fino all''interruzione forzata dei campionati, l'Aquila ha dimostrato sul campo di essere più squadra, mentre noi abbiamo inciampato due o tre volte e la classifica parlava chiaro".

Cinbtolesi così dice stop. "Oggi si chiude il mio ciclo alla Pieve San Paolo, anche perchè, sarà poi la stessa Società a rendere noto il programma futuro. So che è in atto un deciso cambio di rotta, una scelta a mio avviso coraggiosa ma importante, perchè penso che arriveranno persone molto competenti. Quindi, sia per me che per la Pieve si aprirà un nuovo capitolo"

Un'esperienzza in ogni caso importante. "Non posso recriminare niente verso questa società, perchè con me si sono sempre comportati benissimo. Mi sono stati a sentire in tutto e per tutto, abbiamo fatto anche degli investimenti, prendendo ragazzi per cercare di rinforzare le squadre e sono stati molto partecipi a tutte quelle che sono state le mie decisioni. Ringrazio tutti, in modo particolare il Presidente Puttini".

E il futuro? "Vediamo, intanto con lo stop dei campionati per via del corona virus mi è passata anche un po' la voglia, il calcio oramai sembra sparito e fino a che non ci saranno delle direttive precise penso di non rientrare. Magari se lo farò, sarà solamente quando la stagione sarà in corso perchè non vorrei fare mercato e poi se fai mercato ovviamente vai ad ostacolare quelle che sono le prospettive della Pieve".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/05/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,09042 secondi