Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


Anche CORRADO FERRACUTI nello STAFF della TOSCANAGOL SUMMER CUP

Dopo una carriera di diciassette da calciatore professionista ora lavora come talent scout. Ultima esperienza alla Juventus

E' ormai un lucchese d'adozione dopo che era arrivato nel 2001 acquistato dal club rossonero che militava in C1. Dopo diciassette anni da calciatore professionista, le più significative Lucchese (quattro stagioni) e Como (cinque stagioni), il laziale Corrado Ferracuti (nato a Anzio nel 1974) ora lavora come talent scout a livello giovanile. Negli ultimi anni ha avuto esperienze importanti con club di serie A come Udinese, Milan e Juventus.

Da dodici anni ha un’associazione sportiva che organizza Camp Estivi sul territorio e svolge corsi di perfezionamento tecnico.

Di cosa si occupa? "Finita la carriera in campo, sono rimasto nel mondo del calcio, per due anni ho svolto il ruolo di Direttore Sportivo nel Ghiviborgo, per i successivi nove anni come Scout nel Settore Giovanile (tre anni all’Udinese, due al Milan e gli ultimi quattro alla Juventus). Sono fortunato, le mie due passioni sono sempre state il calcio e viaggiare, grazie al mio lavoro le soddisfo entrambi.Al momento sto aspettando la chiamata giusta. Vediamo!! Qualcosa di interessante bolle in pentola".

Quale è stata l’esperienza più formativa? "Da ognuna ho imparato qualcosa, sicuramente nella Juventus ho ricoperto ruoli che mi hanno fatto crescere di più professionalmente.. I primi due anni come Responsabile Scouting Academy mi occupavo di entrare nelle Academy Juventus sparse nel territorio e di segnalare i profili più interessanti. Successivamente, pur mantenendo questa mansione, mi è stato affidato il compito di monitorare e portare in prova a Torino i profili migliori U15 su tutto il territorio Centro-Nord".

Com’è nata l’idea di lanciare la TOSCANAGOL SUMMER CUP? "Con Gino Mazzei e Carlo Del Prete di TOSCANAGOL, ci lega un’amicizia più che ventennale da quando nel 2001 sono venuto a giocare nella Lucchese: li ho sempre seguiti nelle varie iniziative sportive, e già qualche anno fa avevamo provato a dar vita ad un progetto rimasto poi in fase embrionale. Qualche mese fa sulla scia di questi presupposti abbiamo deciso di collaborare alla realizzazione di un torneo di calcio estivo rivolto a tutti, dai più piccoli, agli Over 30 al movimento femminile che sta sempre più prendendo slancio.

E' stata poi scelta lo location dello stadio di Porcari. "E' una di quelle a cui avevo pensato subito tra alcune della zona. Abbiamo così lanciato questo nuova iniziativa che si svolgerà dal 3 luglio in una cornice ideale ideale per ricevere squadre ed accogliere chi vorrà venire per trascorrere serate estive spensierate all’insegna del calcio, della condivisione e del buon cibo".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/03/2024
 

Altri articoli dalla provincia...






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03315 secondi