Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

La TOSCANA è pronta a RIPARTIRE: oggi la DECISIONE sulle DATE

Contagi in calo, c'è ottimismo e nel pomeriggio si saprà tutto dopo il consiglio della LND regionale

La situazione epidemiologica ora tende all'ottimismo. La Toscana pare aver superato il picco dei contagi che come si sono moltiplicati esponenzialmente nei giorni passati, ora dovrebbero scendere rapidamente nei prossimi. E così ci possiamo preparare (finalmente) per la ripartenza del nostro calcio, quello dilettantistico e giovanile, fermo ormai quasi da un mese nella sua maggior parte. 

La riunione di questo pomeriggio del consiglio direttivo del Comitato regionale toscano della Lega Nazionale Dilettanti servirà per avere le DATE della ripartenza. Al termine sarà diramato un comunicato stampa in cui si spiegherà tutto. Siamo così al momento solo nel campo delle ipotesi, ma tutto lascia presagire che potrebbe essere il week end del 12 e 13 FEBBRAIO quello scelto per la RIPARTENZA.

E sarà una RIPARTENZA totale e non scaglionata. Ci spieghiamo meglio: l'attività dilettantistica e quella giovanile ripartiranno insieme, essendo legate a filo doppio da una programmazione che prevede alternanze e concomitanze sui vari campi da gioco che sono stati fissate al momento della composizione dei calendari. E si ripartirà riprendendo dal momento in cui ci si era interrotti, in pratica dal programma della giornata fissata per l'8 e 9 gennaio.

Ma come si arriverà a scegliere queste date? Tutto è necessariamente fermo fino al 30 Gennaio, come stabilito dal settore giovanile e scolastico della FIGC. Una decisione che, tornando al discorso fatto sopra, "costringe" a un ulteriore slittamento anche il settore dilettantistico che proprio per il 30 Gennaio aveva fissato lo slittamento di tre settimane (LEGGI QUA) lo scorso 30 Dicembre nel momento in cui si stoppava tutta l'attività regionale. 

Nella riunione di questo pomeriggio però non si potrà non tenere conto del problema dell'ormai vituperato "RETURN TO PLAY", ovvero la nuova visita d'idoneità che dovranno sostenere i molti (tanti) ragazzi e adulti che in questo periodo sono stati vittima del covid. Pare che la tanto attesa circolare del Ministero della Salute sia pronta e che tra poche ore (chissà???) entri in vigore la norma che prevede tempi tecnici abbassati (LEGGI QUA) e una semplificazione della cosa. Un qualcosa che è necessario e fondamentale per la ripartenza, visto che altrimenti molte società potrebbero essere falcidiate dalle assenze e magari non in grado di scendere in campo.

E' chiaro che servirà del tempo per "smaltire" un numero di atleti reduci dal covid e la problematica non riguarda solo il calcio, ma tante altre attività sportive. La sanità pubblica e privata è già subissata di richieste per fissare le nuove visite di idoneità e si rischia un vero e proprio affollamento. Per questo la data del 12 e 13 Febbraio consentirà un maggior lasso di tempo per ritrovare quella "normalità" che a questo punto tutto vorremmo per arrivare in fondo a questa stagione.

Infine, per quanto riguarda l'attività di base, niente cambierà rispetto a quanto fissato al momento dello stop: il 12 e il 13 febbraio ripartirebbe anche questa.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Gino Mazzei il 18/01/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,08631 secondi