Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Il giro di boa è effettuato, quale squadra è migliorata col mercato?

La Serie A raggiunge e supera la ventitreesima giornata, l’Inter è ora in testa dopo un girone di andata nelle mani del Milan. Il derby di domenica 21 febbraio ha confermato le ambizioni della squadra di Conte, pronta a tutta per mettere le mani sullo scudetto dopo undici anni (stagione 2009/2010).

Volgendosi indietro fino a qualche settimana fa e considerando le valutazione del calciomercato invernale, il cambio della squadra in vetta alla classifica appariva tutt’altro che scontato.

L’Inter, infatti, era stata tra le squadre meno vivaci del cosiddetto mercato di riparazione, e dire che fino a quel momento la sua stagione non poteva definirsi brillante, data l’eliminazione dalle coppe europee. Ma che sia stato questo l’acquisto vero dei nerazzurri? Partito chi lo desiderava (Nainggolan), i ragazzi di Conte hanno potuto concentrarsi esclusivamente su un unico fronte, quello nazionale, e valorizzare le risorse già presenti in rosa. I risultati si sono visti, il Milan ora è a 4 punti dalla vetta e l’Inter ha di gran lunga il miglior attacco della Serie A.

Non si può che considerare che forse sia stato il Milan a sbagliare qualcosa. Scivolato al secondo posto, i rossoneri si erano apparentemente mossi benissimo a gennaio. Un buon colpo per reparto e una squadra già solida, Maldini e Massara avevano lavorato molto bene per rinforzare le fila di Pioli in vista della parte più complicata della stagione. Mandzukic, Tomori e Meïté sembravano i colpi migliori che l’allora capolista potesse fare. Cosa non ha funzionato?

Veniamo alla Juventus, altra squadra in difficoltà che scivola di giornata in giornata sempre più lontana dalla vetta (seppur con una partita in meno da recuperare). In chiusura di mercato, molti tra gli addetti ai lavori si sono chiesti perché, dopo aver cercato una punta di rinforzo per settimane, i bianconeri si fossero accontentati di chiudere il mercato con più movimenti in uscita che in entrata. Tra una plusvalenza e l’altra, liberatisi di ingaggi oramai pesanti, la Vecchia Signora è sembrata più occupata a spazzare le proprie stanze invece di ammobiliarle. Risultato: un campionato difficile da recuperare e gli ottavi di Champions in bilico. Pirlo avrebbe fatto bene a prendere in mano la situazione, ma l’impressione è che abbiano prevalso le logiche economiche della società.

Alla fine del campionato mancano comunque ancora mesi e sarebbe prematuro ora tracciare un bilancio complessivo della stagione. Qui trovi tutte le quote vincente Serie A aggiornate e le singole partite su cui puntare, non perdere l’occasione di mettere alla prova la tua passione per il gioco più bello del mondo.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/03/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,09746 secondi