Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


BACCI racconta i fatti di PIEVE FOSCIANA: "Non esiste più la SOCIETA'"

Duro attacco dell'ormai ex direttore sportivo che spiega i dettagli della "vicenda" Fracassi che lo ha portato alle dimissioni

La "bomba" è esplosa sabato scorso, con le dimissioni immediate di Roberto Bacci da direttore sportivo del Pieve Fosciana (Promozione) LEGGI QUA. Dopo alcuni giorni, nonostante vari tentativi per farlo recedere sui suoi passi, il "Merlo" (così è comunemente conosciuto nell'ambiente calcistico) non cambia assolutamente idea. Anzi, ci tiene a spiegare e a raccontare i fatti. 

"Mi dispiace, ma una cosa è sicura: la società Pieve Fosciana non esiste più". Ecco la prima "bordata" di Bacci che subito dopo aggiunge che "è una considerazione che viene naturale dopo il comportamento avuto nella gestione della conferma o meno di mister Stefano Fracassi".

Già, tutto è nato dopo la decisione della società di "rimangiarsi" dopo poche ore quanto deciso. "E' andata così ed è proprio questo che mi amareggia molto. Io sono nato nel 1960, ho fatto tanti anni da giocatore, poi ho allenato alla Pieve in vari momenti, quindi sono venuto l'anno scorso a fare il direttore sportivo. Ho visto passare tanti dirigenti, persone che purtroppo oggi non ci sono più, fior di dirigenti e grandi appassionati che ora potrebbero rivoltarsi nelle tombe se sapessero come si comportano i loro successori. Pensate che tra quattro anni la Pieve Fosciana festeggerà i 100 anni di storia".

Poi un'altra considerazione. "I giocatori e gli allenatori vanno e vengono, le società invece rimangono. Qua alla Pieve non esiste più. Voglio salutare una persona seria e umanamente incredibile come Stefano Fracassi che non meritava assolutamente questo comportamento".

Facciamo però un passo indietro e cerchiamo di capire effettivamente cosa è successo. "La scorsa settimana abbiamo fatto due consigli direttivi, nel secondo di giovedì sera abbiamo chiamato anche un nucleo di giocatori di più lunga milizia con loro perchè volevamo capire alcune cose. Abbiamo chiaramente cercato di capire come riorganizzarci dopo l'emergenza sanitaria e tra le questioni da risolvere c'era quella della riconferma o meno di mister Fracassi. Dal secondo consiglio però siamo usciti con la determinazione di puntare ancora su di lui, ho avuto il mandato di fargli una nuova proposta per il rimborso economico, in linea con un chiaro ridimensionamento".

Poi cosa è successo? "La mattina successiva ho organizzato un incontro per la sera a cena con Stefano Fracassi a Lucca. C'era anche il vice presidente Turriani e con il mister ci siamo confrontati su tutto. Alla fine gli ho fatto la proposta economica che mi aveva detto la società. Lui è andato via dicendo che ci avrebbe pensato, ma il suo sorriso mi ha fatto capire che avrebbe accettato, avendo lui capito le problematiche e non facendone meramente una questione economica".

Bacci era convinto che tutto fosse apposto. "Esatto, invece la mattina dopo ricevo una telefonata con la quale mi viene detto che non potevamo garantire niente a Fracassi e che non doveva essere lui il nostro prossimo allenatore. All'inizio stentavo a crederci, dopo una paio d'ore mi sono incontrato con Turriani e il segretario e quando mi hanno confermato la cosa, ho detto che me ne sarei andato immediatamente. Ho rassegnato le mie dimissioni e nessuno ora mi farà cambiare idea".

Così poco dopo la società ha ufficializzato il ritorno di Francesco Fiori dopo la stagione trascorsa alle giovanili del Castelnuovo. "Qualcuno forse aveva già deciso e puntava sulla non conferma di Fracassi. Non ho niente con Francesco, ma dal momento in cui il consiglio mi aveva dato mandato, per me esiste una sola parola".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Il SERAVEZZA POZZI piange la SCOMPARSA del suo ex PRESIDENTE

Seravezza Pozzi in lutto per la scomparsa di Massimo Bresciani, uno dei fondatori di un club che vanta una piccola ma intensa e recente storia. Presidente nelle due prime consecutive vittoriose stagioni del nuovo Seravezza in Terza e Seconda Categoria, Bresciani era un amico fratello dell'attuale Direttore Generale Edo Luisi e se ne è andato a soli sessanta anni. I funera...leggi
10/08/2020

"RIPARTIRE sì, ma solo con il PUBBLICO allo STADIO"

A poche settimane dalla ripresa dell’attività sportiva, ecco le dichiarazioni del vicepresidente del Real Forte Querceta Alessandro Mussi:  “La questione che per il momento preoccupa maggiormente è capire come ripartirà la stagione dal punto di vista sanitario. Noi siamo pronti per ricominciare, ma preferiremmo farlo con il pubblico del "Necchi-Ball...leggi
03/08/2020

"Parlano in giro male di noi: chiediamo rispetto per il nostro lavoro"

Lammari non ci sta. Dopo la "ripartenza" della società per garantirsi il futuro, ora affiorano alcune difficoltà che il nuovo direttore generale Luca Casini vuole porre all'attenzione generale. "Stiamo avvertendo un clima di diffidenza verso di noi. A qualcuno fa comodo dire che il Lammari non esiste più o che siamo ai minimi termini. Questo ostacola il nostro lavor...leggi
24/07/2020

L’Aquila si rilancia: titolo con gli allievi più Roffi e prima squadra

Vittoria nel campionato provinciale Allievi con immediato diritto a prender parte al campionato regionale, cui si aggiungono l'arrivo di un allenatore di blasone nel panorama del calcio lucchese e un ritorno a disputare i campionati dilettanti.L’Aquila S. Anna sbatte le ali in faccia al lock down e al covid e riparte rilanciando le proprie ambizioni.A dare slancio ai bianconer...leggi
10/07/2020

DOLORE per l'improvvisa scomparsa del giovane padre di un CALCIATORE

Lavorava come magazziniere nello stabilimento LUCART di Porcari (Lucca). E proprio qua, questa mattina, ha avuto un malore improvviso Massimo Del Dotto, 52 anni, soccorso poi vanamente dai colleghi di lavoro che l'avevano visto accasciarsi a terra.  Massimo Del Dotto viveva a Saltocchio ed era molto conosciuto nell'ambiente calcistico per essere tifoso della Lucchese, nonch&eg...leggi
18/06/2020

CALCIO in LUTTO per la SCOMPARSA del presidente del BARGA

Lutto nel mondo del calcio. E' scomparso all'età di 85 anni Guido Mori, da tanti anni dirigente prima e presidente poi del Barga, storico club della provincia di Lucca.  Ecco il toccante saluto del figlio Leonardo. "Oggi, il nostro presidente ci ha lasciato, “Il Nonno” ha attaccato le scarpette al chiodo. In qualità di presidente facen...leggi
16/06/2020

Si torna a "PARLARE" di CALCIO a VIAREGGIO: ecco le NOVITA'

Il Marco Polo Sports Center e lo Sporting Viareggio 86 hanno raggiunto un accordo di collaborazione finalizzato al rilancio del calcio a Viareggio. Due società ormai radicate sul territorio, che partono dalla volontà di garantire ai giovani di Viareggio la possibilità di avviarsi alla pratica del calcio fin dalla giovane et&...leggi
16/06/2020

Indagine della PROCURA: terremoto nel CALCIO TOSCANO

Un nuovo terremoto fa tremare il calcio dilettantistico toscano. L’epicentro è a Viareggio: è qui che la procura di Lucca contesta alla spina dorsale della defunta società bianconera costituita nel 2014, niente meno che l’associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Nella stagione 2018-2019, quella conclusasi con...leggi
12/06/2020

Lutto nel CALCIO GARFAGNINO per la scomparsa di MARCO CAVILLI

Grande tristezza in Garfagnana ma in tutto il calcio della provincia di Lucca per la prematura scomparsa di Marco Cavilli, per tanti anni importante dirigente del Castelnuovo Garfagnana e molto conosciuto. Lottava contro una brutta malattia da parecchio tempo. Questo il triste conunicato della società gialloblù: "La nostra società si unisce al dolore della f...leggi
28/05/2020

VIDEO, vanno a RUBA le MASCHERINE PERSONALIZZATE della LUCCHESE

Vendute in appena tre ore oltre 1000 mascherine rossonere anti Covid-19. Un successo enorme, che va al di là delle più rosee aspettative della Lucchese e che testimonia l'entusiasmo della città verso la squadra protagonista di una stagione esemplare conclusa con la promozione in C. In considerazione dell'eccezionale trend la società ha già ordinato altre 2000 ...leggi
26/05/2020

Il LAMMARI cerca PARTNERS per proseguire la sua ATTIVITA'

E' una delle società storiche del calcio nella provincia di Lucca. Per anni il "miracolo" Lammari si è confrontato con realtà cittadine e di livello in Eccellenza, poi un inevitabile ridimensionamento, la retrocessione in Promozione e una dura gavetta anche in questa categoria. Nel frattempo una squadra Juniores sempre protagonista a livello regionale con un gruppo di ragaz...leggi
25/05/2020

E' morto il padre dell'ex arbitro e dirigente CARLO DINELLI

E' scomparso questo pomeriggio Silvano Dinelli, padre di Carlo, ex arbitro con presenze in serie A e in passato dirigente di società come Castelnuovo e Ghiviborgo. Silvano Dinelli aveva 95 e si è spento all'ospedale di Lucca dove era stato trasportato nella tarda mattinata. I funerali si terranno lunedì 25 Maggio alle ore 17 presso la Chiesa di Vorno. AL...leggi
23/05/2020

A BARGA partiti i lavori per il RIFACIMENTO del TERRENO da GIOCO

Per l'A.S.D.  Barga questa è una settimana speciale perché per la prima volta dopo 40 anni viene rifatto tutto il terreno di gioco del campo, il “Johnny Moscardini“. Questo è stato possibile grazie al contributo di sponsorizzazione che l'azienda Sipack di Barga ci garantisce anche quest'anno. Sipack è un'azienda del territorio specializzata n...leggi
20/05/2020


MORGIA e gli INVISIBILI del CALCIO:"Quei DILETTANTI ora senza TUTELA"

Romano di nascita, ma toscano ormai d'adozione (vive a Lucca da tanti anni), Massimo Morgia è molto conosciuto nella nostra regione, avendo allenato tra l'altro il Pisa, la Pistoiese e la Robur Siena. Nei giorni scorsi è stato intervistato da Enrico Currò di REPUBBLICA dove sono stati toccati alcuni concetti davvero importanti. I suoi 69 anni M...leggi
07/05/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07524 secondi