Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Prato


Gli ALLENATORI si OPPONGONO: "Nessun ACCORDO con le SOCIETA'"

E' scontro a Prato con l'AIAC che non riconosce "una decisione presa uniltateralmente"

E' scontro aperto a Prato tra le società calcistiche (le 18 che si sono unite nel progetto LEGGI QUA) e la locale Associazione Allenatori. A poche ore dalla pubblicazione di un ecco la dura risposta dell'AIAC in una lettera firmata dal presidente provinciale Ruggero Di Vito che pubblichiamo integralmente

La Sezione Provinciale di Prato dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio ha appreso casualmente e solo grazie a vari “social” della sottoscrizione da parte di 18 società calcistiche pratesi (su 50 circa) - aderenti alla Lega Nazionale Dilettanti - del denominato “PATTO DELLA RINASCITA”, stipulato unilateralmente a seguito della situazione venutasi a creare successivamente alla pandemia del Covid 19.

Fra i sei argomenti trattati nel documento, nel primo - intitolato “Contributi agli sportivi” - le 18 società aderenti “nella chiarezza e la lealtà dovuta ai propri collaboratori, ritengono di far prendere atto che non sarà possibile procedere con la somministrazione dei rimborsi forfettari agli sportivi (atleti, istruttori, allenatori ed altre figure che le singole società riterranno assimilare), almeno per i primi quattro mesi dal ritorno all’attività agonistica”.
Nel contesto del suindicato capitolo, si dice, inoltre, che le società sottoscriventi “si impegnano a condividere con i collaboratori che aderiranno a tale assunto un gentlemen agreement attraverso il quale si impegnano a confermare anche per la stagione successiva i collaboratori in questione.

In relazione a quanto sopra riassunto l’Assoallenatori pratese non può che rimanere costernata ed allibita sia per i contenuti del documento stesso che, soprattutto, per il metodo adottato per la sua stesura.

Riteniamo, infatti, che:
1.- nel documento in parola non viene fatto alcun riferimento alle rate di marzo, aprile, maggio, giugno 2020 del premio di tesseramento spettante ai tecnici operanti nelle società calcistiche dilettantistiche (trattasi di premio dovuto annualmente, indipendentemente dai mesi di attività effettivamente svolti, tant’è vero che è dovuto anche in caso di esonero del tecnico, e che viene solitamente frazionato in dieci rate mensili solo per consuetudine e comodità di pagamento);
2.- la volontà manifestata, sottolineiamo ancora, unilateralmente, di non voler corrispondere quattro decimi del premio suddetto per la prossima stagione calcistica, sia una decisione che mortifica ed umilia fortemente la figura professionale e non più di mero volontario dell’allenatore qualificato (obbligatorio per ogni squadra partecipante a qualsiasi campionato organizzato dalla F.I.G.C.), che, comunque è obbligato a mantenere onerosamente la propria iscrizione all’Albo dei Tecnici della F.I.G.C., a partecipare – pena la sospensione della propria licenza, che ha ottenuto con grossi sacrifici di tempo e denaro, – ai corsi di aggiornamento obbligatori e spesso a svolgere anche compiti incommensurabili a volte più rivolti all’aspetto educativo - sociale che a quello tecnico-tattico;
3.- allorquando si debbano esaminare tematiche e problemi che coinvolgano direttamente e congiuntamente varie categorie (in questo caso, società, calciatori, allenatori, preparatori atletici e collaboratori vari), l’etica e il buon senso consiglino che tali argomenti siano discussi collegialmente, in un tavolo comune di lavoro, e che le decisioni finali siano la sintesi condivisa dei vari interessi e non, invece, decisi unilateralmente, costituendo un vero e proprio “cartello fra società” e limitandosi a “far prendere atto ai propri collaboratori” quanto a loro imposto.

La definizione gentlemen agreement ci pare non proprio idonea. Esempio lampante di quale sia il corretto modus operandi è costituito dal protocollo di intesa sottoscritto congiuntamente il 22 maggio 2020 da Cosimo Sibilia, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti (della quale anche le 18 società firmatarie fanno parte e che hanno dichiarato loro stesse di non intendere costituire rappresentanze specifiche o diverse da quelle nelle quali pienamente si ritrovano e da cui si sentono pienamente rappresentate) e da Renzo Ulivieri, Presidente dell’ A.I.A.C., nel cui articolo 5 viene concordemente stabilito, in merito alla tematica dei corrispettivi - a titolo di Premio di tesseramento - maturati dai Tecnici tesserati presso le Associazioni e Società affiliate alla LND nel periodo compreso tra il 1° marzo ed il 30 giugno 2020 e solo nell’ipotesi di impossibilità della conclusione della stagione sportiva 2019/2020, le parti assumono che un bilanciato ed equo contemperamento degli interessi sia garantito stabilendo che: a) il Tecnico tesserato rinunci a 1/3 del corrispettivo maturato dal 1° marzo al 30 giugno; b) il Club provveda al pagamento della mensilità di marzo oppure, in caso di ratei ripartiti sino e compresa la mensilità di giugno,di altra quota pari a 1/3 del corrispettivo maturato dal 1° marzo al 30 giugno, detraendo eventualmente dal solo rateo relativo al mese di marzo, quanto eventualmente già percepito dall’allenatore a titolo di indennità ex art. 96 del decreto - legge 18 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27; c) per la restante quota di 1/3del corrispettivo maturato dal 1° marzo al 30 giugno–detratto quanto eventualmente ulteriormente percepito dal tesserato per le mensilità di aprile e di maggio sulla scorta di quanto sarà previsto del decreto – legge noto come “Decreto Rilancio”– questa sia coperta da un Fondo Federale Emergenziale di Solidarietà sino ad esaurimento delle risorse.

Nulla, invece, è stato discusso e deciso circa la ridotta o negata corresponsione del premio di tesseramento per la stagione 2020/21.

Riteniamo, inoltre, conoscendo la correttezza, la professionalità e l’etica sia del Presidente del Comitato Regionale Toscana della LND che del vice Presidente dello stesso Comitato, che la loro presenza alla presentazione del “Patto per la rinascita” sia stato un gesto di dovuta cortesia nei confronti delle società firmatarie e non, invece, un implicito avallo del medesimo documento.

La Sezione Provinciale dell’Associazione Italiana Allenatori di Prato provvederà ad informare i propri tesserati di quanto sopra perché possano considerare loro stessi la chiarezza e la lealtà delle società con cui decideranno eventualmente di intrattenere rapporti.


Il Presidente Provinciale dell’AIAC
Ruggero DI VITO

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



PRATO, quinto posto con vista verso l'alta classifica

Il cammino che ha tenuto il Prato fino a questo momento, nel girone D di Serie D, è comunque positivo. Ci sono tante squadre racchiuse nel giro di pochi punti e, con una classifica così compatta, è indubbiamente più facile rimanere a contatto, anche se poi è necessario, a un certo punto, provare a dare la sterzata decisiva. ...leggi
19/01/2021

A PRATO c'è un NUOVO PRESIDENTE dell'ASSOCIAZIONE ARBITRI

Martedì 5 gennaio alle 20,30 si è tenuta l’assemblea elettiva per la sezione A.I.A. di Prato. L’evento si è svolto a distanza, tramite la piattaforma Zoom, ed ha visto la partecipazione di oltre 100 associati in aggiunta alla gradita presenza del presidente regionale Vittorio Bini e di Fabio Bianciardi, suo collaboratore. La serata si è apert...leggi
07/01/2021

Quel CARTELLONE che ricorda PAOLO ROSSI al campo di SANTA LUCIA

Questo grande manifesto, posto all'ingresso del "Vittorio Rossi" di Santa Lucia a Prato, in questi giorni sta suscitando una grande attenzione dopo la morte di Paolo Rossi. È finito su gran parte dei giornali e delle TV locali e nazionali. Insieme a Rossi, ecco Bobo Vieri e Alessandro Diamanti, due altri bambini che sono diventati poi calciatori professionisti e che sono passati da quel ...leggi
12/12/2020

PAOLO ROSSI era il PRESIDENTE ONORARIO del COIANO S. LUCIA

La decisione fu presa poco dopo le gesta del Mondiale spagnolo del 1982, quello del trionfo dell'Italia trascinata dai gol di uno straordinario Paolo Rossi. Lui, nato in via Fucini nella frazione di Santa Lucia e che aveva iniziato a giocare a pallone con la maglia biancorossa, proprio in quell'impianto che sarebbe poi stato dedicato alla memoria del padre Vittorio, storico dirigente del club p...leggi
10/12/2020

Il CALCIO TOSCANO piange un suo CAMPIONE del MONDO

Un'altra drammatica notizia per il mondo del calcio, e non solo, a pochi giorni dalla scomparsa di Diego Armando Maradona. È morto a 64 anni Paolo Rossi: la leggenda della Nazionale italiana del Mondiale 1982. La notizia è trapelata nella notte tra mercoledì e giovedì, dal profilo Twitter del vicedirettore di RaiSport, Enrico Varriale. Poi la co...leggi
10/12/2020

CICCIO TAVANO: "Ho 41 anni, ma senza CALCIO non so STARE"

Una domenica di stop forzato ed ecco l'interessante intervista che l'attaccante del Prato (serie D girone D) Ciccio Tavano ha rilasciato alla rivista della Lega Nazionale di serie D.   L'accento tradisce le origini. Ciccio Tavano, che quasi nessuno chiama Francesco come all'anagrafe, è nato a Caserta ma ha messo radici e fatto famiglia in Toscana. Dal 2007 ...leggi
23/11/2020

Un POSITIVO nel PRATO, giocatori in quarantena e sottoposti a TAMPONE

La Società Associazione Calcio Prato SSD a RL comunica che a seguito di richiesta inoltrata al Dipartimento Interregionale e preso atto della comunicazione pervenuta dalla competente Autorità Sanitaria, la partita Prato – Ghivizzano, prevista per domenica 22 novembre alle ore 14:30, recupero della 5^ giornata di andata del campionato di serie D, è rinviata a data da d...leggi
19/11/2020

SERIE D, ancora RINVIATA la gara PRATO-GHIVIBORGO

Il Dipartimento Interregionale comunica che, a seguito della richiesta inoltrata dalla società Ghivizzano, tenuto conto, del Protocollo predisposto dalla ASL competente per territorio e, comunque, dei provvedimento e delle indicazioni provenienti dalle Autorità Sanitarie, per cause di forza maggiore la gara PRATO-GHIVIZZANO BORGOAMOZZANO, recupero della 5^ giornata del campionato ...leggi
02/11/2020

SERIE D GIRONE D, rinviata la gara PRATO-GHIVIBORGO

La società Associazione Calcio Prato SSD a RL comunica che a seguito di comunicazione ufficiale da parte del competente Dipartimento Interregionale su richiesta della società Ghivizzano, la gara Prato-Ghivizzano Borgoamozzano in programma il 25 ottobre 2020 e valida per la quinta giornata di andata del Campionato di Serie D 2020/2021, è rinviata al 4 novembre 2020 alle ore ...leggi
23/10/2020

PROMOZIONE GIR. A, cambia l'ALLENATORE del VIACCIA

Il Direttore Sportivo Cristiano Reali a tempo di record ha trovato il nuovo tecnico per la panchina della prima squadra che sostituirò Simone Sensi: arriva, anzi, torna, al Viaccia Calcio l'ex centrocampista rossoblù Federico Montagnolo, che nel club pratese aveva chiuso con il calcio giocato vincendo il campionato di Prima Categoria per l'accesso in Promozione. Tecnico co...leggi
07/10/2020

DICIOTTO società di PRATO sottoscrivono un "PATTO PER LA RINASCITA"

Diciotto società della provincia di Prato, Coiano Santa Lucia, Prato Sport, Grignano, CF2001, Giovani Vernio, Jolo, Maliseti Seano, PSG, Pietà 2004, Tavola Calcio, Vernio, Poggio a Caiano, Chiesanuova, La Querce, Mezzana, Prato Nord, Galcianese e Zenith Audax,  hanno sottoscritto un “patto per la rinascita”. Il documento sottoscritto dai presiden...leggi
08/06/2020

"Ora servono INTERVENTI a SOSTEGNO del nostro MOVIMENTO"

Il direttore generale del Maliseti Seano Simone Bardazzi interviene al sito ufficiale maliseticalcio.it: "Sono orgoglioso per come la nostra comunità sta affrontando l’emergenza sanitaria, la funzione sociale dello sport e le difficoltà economiche con le quali le associazioni sportive si dovranno confrontare nella cosiddetta “fase 2” di graduale ripa...leggi
17/04/2020

"Le PRIME DUE in CLASSIFICA vengono PROMOSSE e nessuna RETROCESSIONE"

I giorni passano e non di vede la "luce" a questo momento di tristezza assoluta. Si assottigliano le "speranze" di chi spera in una ripartenza del calcio a livello dilettantistico. Il realismo induce sempre di più a pensare che la stagione sia finita qua. E' così che la pensa anche Samuele Ciolini, direttore sportivo del Mezzana, società di Prato che milita a livell...leggi
27/03/2020

Il GS MEZZANA annuncia il nuovo DIRETTORE SPORTIVO

Il GS Mezzana comunica l’ingaggio del nuovo direttore sportivo Damiano Farace. Figura sportiva di grande esperienza regionale, da subito si occuperà della gestione tecnico-sportiva della società pratese. Proprio Farace ripercorre a TOSCANAGOL la sua carriera sin qui. "Sono partito da Grignano, per approdare poi al Prato Nord, dove ho vinto il campionato Allie...leggi
26/02/2020

VIDEO: ANTONIO CIRIELLO, trent'anni di FEDELTA' al JOLLY MONTEMURLO

Trent'anni di ininterrotta milizia nella stessa società. Antonio Ciriello e il Jolly Montemurlo, una storia d'amore bella da raccontare. Il direttore generale del club pratese si confessa in un VIDEO uscito sulla pagina facebook molto interessante in cui tocca parecchi temi sul funzionamento della società, tanti piccoli "segreti" che tante volte non emergono grazie al lavoro e all...leggi
31/01/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06983 secondi