Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


"La RIPARTENZA sarà difficile per tutti: serve una TOSCANA unita"

Il responsabile del settore giovanile del Cgc Capezzano Andrea Motroni scrive al presidente della LND regionale Paolo Mangini

E' una lettera-aperta bella e interessante, accorata e con una forte dose di positività. Andrea Motroni, responsabile del settore giovanile del Cgc Capezzano Pianore, ha scritto nei giorni scorsi al presidente Mangini, ma in accordo con lui, ha deciso anche di renderla pubblica tramite TOSCANAGOL e di questo lo ringraziamo.

Il suo pensiero va al futuro e a come ripartirà il calcio toscano dopo questa pandemia. Motroni propone anche di allestire una sorta di "commissione di studio" per risolvere in maniera più profonda i problemi che inevitabilmente ci saranno.

_____________________________________________________________________________________

Caro Presidente Mangini,
le scrivo in questi giorni così difficili, così ricchi di angoscia per la grande tragedia che affligge la nostra comunità, perché il nostro compito in qualità di dirigenti sportivi ci impone di rivolgere lo sguardo a cosa sarà il nostro mondo una volta che questa emergenza sanitaria allenterà la presa, una volta che “convalescenti” dovremo ricostruire le basi perché tutto il movimento dello sport di base e nel nostro caso del calcio dilettanti e del settore giovanile possa rivestire nuovamente il suo grande valore sociale e di aggregazione che tanto sarà di supporto ad una comunità cosi brutalmente provata da questo triste periodo.

Non sono particolarmente attratto da tutte queste considerazioni in merito a come finirà questa stagione: personalmente credo sarà difficile ripartire in particolar modo con il settore giovanile, sia per questa emergenza sanitaria che al momento non dà segni di cedimento, sia perché nel caso la scuola decida di non riprendere le attività didattiche in aula sarebbe impossibile tornare a giocare.

Soprattutto sarà difficile ripartire dopo questo forte shock emotivo per tutti noi così tanto provati dai tanti lutti e dai tanti giorni chiusi in casa. Ripartiremo !!! Di questo ne sono certo, ma ci sarà bisogno di tanta passione e tanta forza da parte di tutti, da chi come lei occupa ruoli istituzionali a chi come noi si troverà ad organizzare la ripresa delle attività.

E’ innegabile che questa tragedia che stiamo vivendo, oltre ad esigere un così grande tributo in vite umane ci presenterà un conto economico molto salato che rischia in maniera reale di far sparire molte delle nostre società sportive che da sempre hanno fatto leva sulla passione e la generosità dei propri dirigenti come lei Presidente ben sa vista la lungimirante politica che ha portato avanti nelle scorse stagioni di sostegno economico ad esempio delle società che militano in Terza Categoria.

A queste realtà si aggiungeranno anche e soprattutto le molte società di settore giovanile che sempre più negli ultimi anni sono riuscite ad organizzare le loro attività grazie al vitale sostentamento derivante dalle quote associative e dagli ingressi alle manifestazioni organizzate nei periodi di inizio e fine stagione. Per queste realtà sarà davvero vitale il supporto delle istituzioni perché, come penso sia facile intuire, si troveranno davanti ad una platea di utenti, le famiglie, che saranno a loro volta molto provate economicamente.

So benissimo che una volta finita l’emergenza sanitaria si scatenerà l’assalto alla diligenza degli aiuti statali e non credo che il nostro mondo, quello dello sport di base, si dovrà far trovar pronto con argomentazioni solide e modi corretti nel rivendicare il grande ruolo sociale che rivestiamo. Troppe volte il nostro calcio è penalizzato dall’accostamento con il calcio professionista che ha altre peculiarità ed altri obbiettivi, facciamo parte della stessa Federazione, ma con compiti e ruoli diversi noi lo abbiamo ben chiaro, ma spesso l’opinione pubblica fatica a comprenderlo per questo dovremo essere molto bravi a non farci omologare quando ci presenteremo a chiedere aiuti allo Stato.

La Toscana, di cui lei è presidente, ha sempre portato avanti una politica di partecipazione e di confronto democratico che negli ultimi trenta anni ha tanto contribuito a far crescere il nostro movimento dilettantistico anche a livello nazionale. Per questo credo sia importante, ma sono convinto sia già una vostra preoccupazione come testimonia la lettera che ci ha inviato in questi giorni, favorire quanto prima un confronto partecipato e propositivo all’interno del nostro movimento, sfruttando anche tutti gli strumenti tecnologici, ipotizzando ad esempio l’istituzione di una commissione di studio con l’obbiettivo di far emergere criticità e suggerimenti per un futuro che se al momento sembra denso di nubi possa invece, con la tenacia e la caparbietà che ci contraddistingue, diventare un nuovo inizio pieno di speranza.

Comprendo benissimo quanto questo periodo che si trova a fronteggiare in un ruolo così importante e di grande responsabilità non sia facile, ma nell’esprimerle tutta la gratitudine per quanto sta facendo lei con tutto il gruppo dirigente al suo fianco, credo di poterle dire che le società toscane sapranno stringersi intorno a voi per tornare a gioire e a soffrire insieme su quel rettangolo verde a cui tutti noi abbiamo dedicato tanta passione.

Un saluto

                                                                           Andrea Motroni

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Lutto nel CALCIO GARFAGNINO per la scomparsa di MARCO CAVILLI

Grande tristezza in Garfagnana ma in tutto il calcio della provincia di Lucca per la prematura scomparsa di Marco Cavilli, per tanti anni importante dirigente del Castelnuovo Garfagnana e molto conosciuto. Lottava contro una brutta malattia da parecchio tempo. Questo il triste conunicato della società gialloblù: "La nostra società si unisce al dolore della f...leggi
28/05/2020

VIDEO, vanno a RUBA le MASCHERINE PERSONALIZZATE della LUCCHESE

Vendute in appena tre ore oltre 1000 mascherine rossonere anti Covid-19. Un successo enorme, che va al di là delle più rosee aspettative della Lucchese e che testimonia l'entusiasmo della città verso la squadra protagonista di una stagione esemplare conclusa con la promozione in C. In considerazione dell'eccezionale trend la società ha già ordinato altre 2000 ...leggi
26/05/2020

Il LAMMARI cerca PARTNERS per proseguire la sua ATTIVITA'

E' una delle società storiche del calcio nella provincia di Lucca. Per anni il "miracolo" Lammari si è confrontato con realtà cittadine e di livello in Eccellenza, poi un inevitabile ridimensionamento, la retrocessione in Promozione e una dura gavetta anche in questa categoria. Nel frattempo una squadra Juniores sempre protagonista a livello regionale con un gruppo di ragaz...leggi
25/05/2020

E' morto il padre dell'ex arbitro e dirigente CARLO DINELLI

E' scomparso questo pomeriggio Silvano Dinelli, padre di Carlo, ex arbitro con presenze in serie A e in passato dirigente di società come Castelnuovo e Ghiviborgo. Silvano Dinelli aveva 95 e si è spento all'ospedale di Lucca dove era stato trasportato nella tarda mattinata. I funerali si terranno lunedì 25 Maggio alle ore 17 presso la Chiesa di Vorno. AL...leggi
23/05/2020

A BARGA partiti i lavori per il RIFACIMENTO del TERRENO da GIOCO

Per l'A.S.D.  Barga questa è una settimana speciale perché per la prima volta dopo 40 anni viene rifatto tutto il terreno di gioco del campo, il “Johnny Moscardini“. Questo è stato possibile grazie al contributo di sponsorizzazione che l'azienda Sipack di Barga ci garantisce anche quest'anno. Sipack è un'azienda del territorio specializzata n...leggi
20/05/2020


MORGIA e gli INVISIBILI del CALCIO:"Quei DILETTANTI ora senza TUTELA"

Romano di nascita, ma toscano ormai d'adozione (vive a Lucca da tanti anni), Massimo Morgia è molto conosciuto nella nostra regione, avendo allenato tra l'altro il Pisa, la Pistoiese e la Robur Siena. Nei giorni scorsi è stato intervistato da Enrico Currò di REPUBBLICA dove sono stati toccati alcuni concetti davvero importanti. I suoi 69 anni M...leggi
07/05/2020

CALCIO LUCCHESE in LUTTO per la SCOMPARSA di uno STORICO DIRIGENTE

E' un momento davvero difficile per tutti. Oltre all'emergenza coronavirus, ci sono altri mali, come quello che ha colpito Luciano Dini, per anni attivo dirigente della società lucchese del Lucca 7, scomparso all'età di 64 anni.  Nelle due FOTO che abbiamo messo qua, IN ALTO, quella al "Ciocco" con la squadra del 1984 dove giocava il figlio Luca e di cui Luciano (&egr...leggi
07/05/2020

Attacco HACKER al sito del CENTRO GIOVANI CALCIATORI VIAREGGIO

‘Non sappiamo proprio che cosa pensare: anche in un momento come quello che il mondo sta vivendo, c’è qualcuno che trova il tempo e ha voglia di compiere nefandezze". E’ sconsolato il presidente del Cgc Viareggio, Alessandro Palagi nel verificare che il sito della società bianconera – dove sono raccolte le informazioni e l&rsqu...leggi
06/05/2020

E' morto il padre di GIOVANNI GRANELLI

Brutta notizia in casa Pontedera. Nella giornata di ieri è venuto a mancare il padre di Giovanni Granelli, magazziniere e figura fondamentale della famiglia Pontedera. Aurelio Granelli aveva 96 anni e viveva a Capannori (Lucca). Giovanni Granelli è un personaggio molto conosciuto nell'ambito del calcio toscano: dopo una carrieradi calciatore, è diventato un apprezzato dirig...leggi
06/05/2020

"REGNALLA rinasce, accuse assurde"

"Nessun inciucio con il Comune: per anni le varie amministrazioni hanno buttato via soldi senza mai risolvere la situazione del campetto di Regnalla, perchè si svegliano tutti ora?". Il Presidente dello Sporting Pietrasanta 1909 (Prima girone A) Serafino Coluccini sente il bisogno di intervenire dopo la querelle sull'affidamento alla sua società dello stor...leggi
05/05/2020

La LUCCHESE protagonista in una TESI di LAUREA

La Lucchese protagonista di una tesi di laurea all'Università di Torino. A inserire i colori rossoneri nella discussione finale che l'ha portata a conseguire brillantemente la laurea magistrale di Comunicazione e Cultura dei media è stata Alina Gioacas, addetto stampa del Fossano: una ragazza intelligente e preparata, molto apprezzata dai colleghi per la sua professionalità...leggi
29/04/2020

"Vorrei tornare in CAMPO, ma non credo sarà POSSIBILE"

In un momento così particolare e doloroso che ha colpito la Nazione, non è facile parlare di calcio giocato: la Redazione di TuttoSerieD, ha intercettato uno dei protagonisti del Girone A, Michel Cruciani, esperto centrocampista della Lucchese per capire il suo punto di vista in merito a questa situazione: “I primi pensieri vanno sicuramente alle persone ch...leggi
22/04/2020

"Ora anche la LEGA DILETTANTI non potrà che SOSPENDERE tutto"

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Andrea Motroni, attuale Responsabile del Settore Giovanile del CGC Capezzano Pianore, su quanto sta avvenendo nel mondo del calcio e su come e quando ripartire, senza tralasciare un pensiero al calcio “giocato”. Siamo di fronte ad un continuo sovrapporsi di opinioni e decisioni in merito a come e quando ripartire con il calcio qual &...leggi
20/04/2020

"Ma tornare presto a GIOCARE non è quello che vogliamo tutti?"

Da quanto è scoppiato questo pandemonio si parla del futuro difficile che tutti ci aspetta. Nel calcio, specificatamente, abbiamo letto di scenari funesti, società sull'orlo del fallimento e un movimento che non sarà più come quello di prima. Una crisi economica del paese che certamente non potrà che estendersi a chi vive di finanze proveniente dal mondo ...leggi
18/04/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10835 secondi