Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Il PORTIERE Andrea MAIONCHI "emigra" negli STATI UNITI

Giocherà nel campionato UPSL e difenderà i pali dell'Inland Empire F.C.

Nuova interessante ed allettante avventura per Andrea Maionchi, portiere lucchese classe 1993 ex di Tuttocuoio, Fiesole Caldine, Bagni di Lucca, Albenga, Folgor Marlia, Castelnuovo Garfagnana e Jolly Montemurlo, che prosegue la propria carriera negli Stati Uniti d’America.

Come è nata questa avventura negli States? “Mi sono proposto ad alcune squadre di Los Angeles, inviando il mio curriculum calcistico e sopratutto un video con tutte le mie parate in questi anni. Ma devo anche dire che la scorsa estate, quando sono stato in vacanza a Los Angeles a trovare i miei parenti, avevo già conosciuto dei ragazzi che giocavano e ho avuto modo di conoscere alcune persone nel mondo calcistico”.

Maionchi svela in quale squadra giocherà. “Difenderà i pali dell’Inland Empire F.C., squadra di San Bernardino, città che si trova ad est di Los Angeles. Il campionato è quello di UPSL, considerato la serie C americana anche se, a detta di esperti, il livello è sicuramente più basso della nostra C ed è più paragonabile ad una D nostra. La durata del mio contratto andrà da febbraio fino a maggio per la spring season con la possibilità di allungare fino a fine giugno in caso di play off”.

Avevi anche altre richieste? “Ho accettato la proposta dell’Inland Empire F.C. qualche giorno fa, perché dovevo scegliere tra un paio di società oltre a questa. Ho deciso questa soluzione perché mi hanno espresso grande fiducia e per me questa è la cosa più importante. Sono emozionantissimo di poter giocare un campionato così importante con questa società e spero di contribuire al raggiungimento di traguardi importanti con questo club”.

Come affronterai questa nuova avventura? “Partirò il 30 gennaio e mi trasferirò da solo, anche se là avrò mia cugina della mia stessa età che mi ospiterà da lei. Questa avventura la vivo con la massima serenità, come ho sempre fatto in qualsiasi cosa fino ad oggi nella mia vita, calcistica e non. Ho già giocato fuori casa ma a trecento chilometri di distanza massimo. Qua parliamo di quasi diecimila chilometri, ma credo di essere abbastanza maturo per affrontare questa sfida che mi farà crescere ulteriormente sotto il profilo tecnico e umano”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/01/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,09277 secondi