Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Torneo "MARCO ORLANDI" 2019, ecco CALENDARIO e REGOLAMENTO

Si parte mercoledì 30 gennaio, la giornata finale si terrà giovedì 25 aprile

STAGIONE SPORTIVA 2018/2019 “XXXII TROFEO TOSCANA” VIII TORNEO REGIONALE “MARCO ORLANDI”
RISERVATO ALLA CATEGORIA ALLIEVI E GIOVANISSIMI “B” DELLE RAPPRESENTATIVE PROVINCIALI

REGOLAMENTO

Il Comitato Regionale della Toscana indice per la Stagione Sportiva 2018/2019 il Torneo Regionale “XXXII TROFEO TOSCANA“ VIII TORNEO REGIONALE “MARCO ORLANDI” riservato alla Categoria Allievi “B” e Giovanissimi “B” delle Rappresentative Provinciali.

ART. 1 PARTECIPAZIONE
Sono iscritte al Torneo Regionale le rappresentative delle Delegazioni Provinciali di: AREZZO, FIRENZE, GROSSETO, LIVORNO, LUCCA, MASSA CARRARA, PISA, PISTOIA, PRATO, SIENA.
Le squadre saranno composte da calciatori appartenenti alle categorie: Allievi – Fascia B - riservato ai soli nati nell’anno 2003 Giovanissimi – Fascia B - riservato ai soli nati nell’anno 2005

ART. 2 IMPIEGO DEI CALCIATORI
I Calciatori impiegabili, sono quelli che nella corrente Stagione Sportiva svolgono attività in squadre giovanili, con esclusione dei calciatori impegnati con le squadre partecipanti alle finali regionali 2018/2019 (fatta eccezione nulla osta da parte di queste), la cui Sede legale è nella Provincia della Delegazione di cui la rappresentativa sarà diretta espressione.
Le Delegazioni non potranno convocare tesserati appartenenti a Società che territorialmente appartengono ad altra Delegazione Provinciale, anche se queste partecipano alla attività organizzata dalla Delegazione stessa.
Le società di appartenenza devono risultare partecipanti al campionato di categoria.
I Calciatori impiegabili sono quelli appartenenti alle Società Dilettanti e di Puro Settore.
Le Delegazioni Provinciali potranno impiegare fino ad un massimo di tre (3) giocatori appartenenti alla stessa società. Fatta eccezioni per le delegazioni di Massa Carrara e Grosseto che ne potranno impiegare un massimo di 4 giocatori appartenenti alla stessa Società.
I Delegati Provinciali sono responsabili della posizione dei calciatori schierati nelle singole gare.
NON POTRANNO ESSERE CONVOCATI I GIOCATORI CHE IN CAMPIONATO INCORRONO IN UNA SQUALIFICA DI 3 GIORNATE E OLTRE.

ART. 3 FORMULA
La competizione per la stagione 2018/2019, si svolgerà secondo gli schemi riportati nel presente regolamento.
Saranno formulati due gironi di 5 squadre ciascuno per entrambi le categorie.
Gli incontri saranno di solo andata e si incontreranno tra loro tutte le squadre facenti parte il girone.
Sarà formulato un calendario gare cercando di renderlo il più possibile omogeneo per il numero di gare disputate in casa per ciascuna rappresentativa. Accederanno alle semifinali (per entrambi le categorie) le prime due classificate del girone A e del girone B, e gli incontri saranno disputati nel seguente ordine: 1° girone A contro 2° girone B e 1° girone B contro 2° girone A.
Le finali saranno disputate tra le vincenti gli incontri di semifinale. Sia le semifinali che le finali saranno disputate in campo neutro e al termine dei tempi regolamentari, in caso di parità di risultato, si procederà direttamente a far eseguire i tiri di rigore secondo le modalità previste dalle "Regole del Giuoco del Calcio".

ART. 4 SVOLGIMENTO – GRADUATORIE
Risulta vincente la squadra che:
- ha ottenuto il maggior numero di punti;
- a parità di punti la miglior differenza reti;
- a parità di differenza reti il maggior numero di reti segnate;
- a parità di reti segnate (nel caso di persistente parità di due sole squadre) fa fede l'esito dell'incontro diretto fra le due;
- ad ulteriore persistente parità o nella ipotesi di completa parità fra le squadre interessate, si procede per sorteggio a cura del Comitato Regionale. 

ART. 5 SALUTO
Le Rappresentative dovranno obbligatoriamente all’inizio della gara, schierarsi al centro del terreno di giuoco ed effettuare il saluto fra tutti i giocatori schierati. Al termine della stessa si dovrà ripetere il saluto con le stesse modalità, al quale dovranno partecipare anche gli occupanti di entrambe le panchine.

ART. 6 SOSTITUZIONI
Nel corso di tutte le gare del torneo è consentita la sostituzione di 7 calciatori indipendentemente dal ruolo. Nella distinta che verrà presentata all'Arbitro prima dell'inizio della gara, potranno essere indicati i nominativi di 20 calciatori.

ART. 7 ORGANIZZAZIONE – RECLAMI E DISCIPLINA SPORTIVA
L'organizzazione della manifestazione è demandata direttamente al Comitato Regionale a cui compete tutto quanto inerente lo svolgimento dei tornei ed ogni altro adempimento a loro connesso.
Per la disciplina sportiva si rimanda a quanto riportato di seguito:
•gli eventuali procedimenti d’ufficio o introdotti ai sensi dell’art. 29 commi 3, 5 e 7 del Codice di Giustizia Sportiva, i cui esiti possono avere incidenza sul risultato delle gare di cui in premessa, si svolgano con le seguenti modalità procedurali e nei termini abbreviati come segue:

• i rapporti ufficiali saranno esaminati dal Giudice Sportivo il giorno successivo alla disputa della giornata di gara;
• gli eventuali reclami, a norma dell’art. 29 comma 4 lett. b), comma 6 lett. b) e comma 8 lett. b),del Codice di Giustizia Sportiva dovranno essere proposti e pervenire, in uno con le relative motivazioni, entro le ore 12.00 del giorno successivo a quello di effettuazione della gara, le eventuali controdeduzioni dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno successivo al ricevimento dei motivi di reclamo;

• il Comunicato Ufficiale sarà pubblicato immediatamente dopo la decisione del Giudice Sportivo;
• gli eventuali reclami alla Corte d’appello Territoriale presso il Comitato Regionale, avverso le decisioni del Giudice Sportivo territoriale, dovranno pervenire a mezzo telefax o altro mezzo idoneo o essere depositati presso la sede del Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla pubblicazione del Comunicato Ufficiale recante i provvedimenti del Giudice Sportivo territoriale con contestuale invio – sempre nel predetto termine – di copia alla controparte, oltre al versamento della relativa tassa. L’attestazione dell’invio alla eventuale controparte deve essere allegata al reclamo. L’eventuale controparte – ove lo ritenga – potrà far pervenire a mezzo telefax o altro mezzo idoneo, le proprie deduzioni presso la sede dello stesso Comitato Regionale entro le ore 12.00 del giorno successivo alla data di ricezione del reclamo.
La Corte d’appello Territoriale esaminerà il reclamo e deciderà nella stessa giornata della discussione, con pubblicazione del relativo Comunicato Ufficiale che sarà trasmesso alle due Società interessate mediante trasmissione via telefax o altro mezzo idoneo. In ogni caso la decisione si intende conosciuta dalla data di pubblicazione del Comunicato Ufficiale (Art. 22, comma 11, C.G.S.);
Tutte le altre norme modali e procedurali non vengono modificate dall’emanazione del presente provvedimento.
Il calciatore espulso dal campo nel corso di una gara è automaticamente squalificato secondo le modalità previste dall’art. 45, comma 2 del Codice di Giustizia Sportiva. Per le gare di Coppa i tesserati incorrono in una giornata di squalifica ogni due ammonizioni. Le sanzioni di squalifica a tempo determinato hanno esecuzione secondo il disposto dell’art.22, comma 2) del Codice di Giustizia Sportiva.
Si ricorda che per i tornei di Coppa, qualora non siano sancite, con il presente regolamento, specifiche direttive disciplinari, vengono applicate le disposizioni previste dal titolo VI del Codice di Giustizia Sportiva (La disciplina sportiva nell’attività della L.N.D. ed in quella del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica).

I reclami proposti nelle fasi finali, dovranno essere preannunciati all’arbitro e le motivazioni consegnate al Giudice Sportivo Regionale, entro il termine di 30’ dal termine della gara. Le decisioni del Giudice Sportivo Territoriale sono inappellabili.

Per le gare della XXXII Edizione Trofeo Toscana VIII Torneo Marco Orlandi i tesserati incorrono in una giornata di squalifica ogni due ammonizioni.

ART. 8 ARBITRI
Per tutte le gare del Torneo, gli Arbitri verranno designati dall'Organo Competente del C.R.A.

ART. 9 LE GARE
Le gare verranno effettuate il MERCOLEDÌ, NON SONO CONSENTITI ALTRI GIORNI, (salvo casi di forza maggiore e a discrezione del Presidente) in orari diurni nei periodi di effettuazione. L’Orario di inizio sarà quello ufficiale del periodo di svolgimento delle gare; potranno comunque essere ratificati accordi fra le Delegazioni per il cambio di orario di inizio delle gare, purché questi non precludano gli impegni scolastici dei giovani calciatori. Si raccomanda di individuare campi vicinori ad entrambe le Rappresentative e necessariamente con illuminazione, dovendo le due gare essere disputate una di seguito all’altra.

ART. 10 RINUNCIA A GARE
La rappresentativa che rinuncia ad effettuare o a terminare una gara subisce la sanzione della perdita della stessa con il risultato di 3 – 0 o con il punteggio più favorevole all’avversario la dove fosse iniziata, ma non portata a termine, e naturalmente l’esclusione dalla Manifestazione.

ART. 11 VARIE
Per tutto quanto non previsto dal presente Regolamento, si fa espresso richiamo agli articoli delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., del Codice di Giustizia Sportiva e del Regolamento del S.G.S..

ALLIEVI"B"

Girone A: Arezzo - Firenze - Pistoia - Prato - Siena
Girone B: Grosseto - Livorno - Lucca - Massa Carrara - Pisa

GIOVANISSIMI "B"

Girone A: Arezzo - Firenze - Pistoia - Prato - Siena
Girone B: Grosseto - Livorno - Lucca - Massa Carrara - Pisa

Prima giornata: 30-01-19
Delegazione PRATO - Delegazione PISTOIA
Delegazione FIRENZE - Delegazione SIENA
Riposa: Delegazione AREZZO

Delegazione LUCCA - Delegazione PISA
Delegazione MASSA CARRARA - Delegazione GROSSETO
Riposa: Delegazione LIVORNO

Seconda giornata: 13-02-19
Delegazione PISTOIA - Delegazione AREZZO
Delegazione PRATO - Delegazione SIENA
Riposa: Delegazione FIRENZE

Delegazione LIVORNO - Delegazione LUCCA
Delegazione MASSA CARRARA - Delegazione PISA
Riposa: Delegazione GROSSETO

Terza giornata: 27-02-19
Delegazione FIRENZE - Delegazione PRATO
Delegazione SIENA - Delegazione AREZZO
Riposa: Delegazione PISTOIA

Delegazione PISA - Delegazione GROSSETO
Delegazione LIVORNO - Delegazione MASSA CARRARA
Riposa: Delegazione LUCCA

Quarta giornata: 13-03-18
Delegazione PISTOIA - Delegazione FIRENZE
Delegazione AREZZO - Delegazione PRATO
Riposa: Delegazione SIENA

Delegazione GROSSETO - Delegazione LUCCA
Delegazione PISA - Delegazione LIVORNO
Riposa: Delegazione MASSA CARRARA


Quinta giornata: 27-03-19
Delegazione SIENA - Delegazione PISTOIA
Delegazione AREZZO - Delegazione FIRENZE
Riposa: Delegazione PRATO

Delegazione LUCCA - Delegazione MASSA CARRARA
Delegazione GROSSETO - Delegazione LIVORNO
Riposa: Delegazione PISA

Gara di semifinale per entrambe le categorie 10-04-19
Gare di finali per entrambe le categorie 25-04-19

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/12/2018
Tempo esecuzione pagina: 2,55291 secondi