Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

LA TOSCANA VINCE TRE SCUDETTI: la gioia del presidente PAOLO MANGINI

"Abbiamo fatto un'impresa senza precedenti e il merito è di tutte le componenti del nostro calcio"

Paolo Mangini e Fabio Bresci si sono alzati di buon’ora stamattina per raggiungere il Trentino: partenza alle 5,30 da Firenze insieme ai segretari Falciani e Titi e al delegato del calcio a cinque Scocca e arrivo a Borgo Valsugana alle 8,30 per seguire i preparativi della prima sfida di una mattinata che diventerà storica per il calcio toscano.

Il nuovo presidente della Lega Nazionale Dilettanti della Toscana non poteva ipotizzare un’edizione così fantastica del Torneo delle Regioni. “Non credo sia mai successo, tre vittorie su tre finali – dice Paolo Mangini a TOSCANAGOL - . Una grande impresa che va a merito di tutto il movimento, dello staff, dei ragazzi e ovviamente le società che hanno formato i giocatori. Tutte le componenti hanno contribuito a questi successi. Anno scorso vinto con gli Juniores e in semifinale con gli Allievi e le Donne. Quest’anno siamo riusciti ad avere i picchi, ma noi siamo sempre competitivi. Servirebbe coniare un altro aggettivo per spiegare l’enormità di quello che è stato fatto oggi. Una giornata storica per il calcio della nostra regione”.

Per seguire i Giovanissimi a Borgo Valsugana i dirigenti della LND Toscana non hanno potuto vedere l’impresa della formazione femminile impegnato in contemporanea a Trento. “Ci è dispiaciuto molto, siamo arrivati alla premiazione e poi abbiamo visto la Juniores. L’importante era vincere ed essere partecipi di questa impresa”.

Ora si pensa già a come festeggiare. “Intanto pensiamo a tornare a casa. Va festeggiato a livello regionale, vedremo come le amministrazioni pubbliche intenderanno celebrare un qualcosa che sarà di veicolo promozionale per la nostra regione. E’ un onore per tutta la Toscana, non solo per lo sport”.

Personalmente Mangini tocca il cielo con un dito. “Chiaramente sono contento per tanti motivi. In ogni caso è una vittoria che va condivisa con Fabio Bresci. Almeno io porto bene, diciamola così”.

Giusto anche non dimenticare la prestazione della formazione Allievi. “Sono arrivati in semifinale, non è che hanno fatto poco. E poi hanno perduto contro il Lazio che poi ha vinto il torneo”.

Poi un’annotazione doverosa. “Vorrei ricordare anche il lavoro che da tantissimi anni viene fatto dal settore giovanile della Toscana nella formazione degli allenatori e nei suoi compiti di aggiornamento. Tutto questo anche per aver dato qualche idea in più e di aver allargato anche il campo alla partecipazione dei bambine con un’importante opera di promozione".

E a proposito di calcio femminile Mangini aggiunge che “a Maggio ci sarà un ulteriore appuntamento per la Rappresentativa Giovanissime che disputerà un girone eliminatorio e se passerà farà le finali a Cesena a giugno”.

Infine il calcio a cinque. “La settimana prossima comincia il Torneo delle Regioni di calcio a cinque a Monopoli un Puglia dove manderemo quattro rappresentative, tra cui per la prima volta quella dei Giovanissimi. Speriamo che anche lì arrivino successi per un disciplina che piano piano sta prendendo campo anche da noi dove non abbiamo avuto sinora una grande tradizione”.

Raggiante anche Fabio Bresci, attuale vicepresidente della LND, che non riesce a nascondere la soddisfazione per i successi della Toscana e del CRT di cui fino a pochi mesi fa è stato per decenni il numero uno: “Queste vittorie vanno ad aggiungersi  alla Stella concessa alla  Rappresentativa Juniores lo scorso anno e ci confermano come una delle regioni più forti d’Italia. Ottenere questi risultati al Torneo delle Regioni significa mettersi in mostra in una delle vetrine più importanti per il calcio dilettanti. Calcio dilettanti che insieme al presidente Sibilia e al presidente Tavecchio ha bisogno di misure in favore delle società perché sia meno onerosa la loro partecipazione ai campionati”. 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Gino Mazzei il 14/04/2017
Tempo esecuzione pagina: 1,69233 secondi