Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Ecco la SETTIMANA delle DECiSIONI, poi sarà il tempo di RIFORMARE

Consiglio Federale giovedì 4 Giugno, poi quello della LND per chiudere definitivamente la stagione 2019-2020

Il Consiglio Federale che decreterà le sorti della Lega Pro e della serie D si terrà giovedì 4 giugno. Lo ha annunciato ieri il ministro dello sport Vincenzo Spadafora..

Una data in cui verranno valutate le proposte della LND su promozioni e retrocessioni, oltre al destino della Lega Pro. Da capire come, e se, verrà valutata la "battaglia" in atto dalle trentasei società che dalla serie D dovranno retrocedere in Eccellenza per far posto alle ventotto vincitrici dei gironi, più otto ripescate tra le seconde. Avranno una risposta? Pare che siano pronta a ricorrere giudizialmente e qua andrà capito i margini che ci saranno. Sarà un'estate di ricorsi?

Successivamente, venerdì 5 Giugno, si dovrebbe tenere il Consiglio della LND che dovrà poi decidere in particolare il discorso retrocessioni nei dilettanti: in tal senso, le regioni del Nord e del Centro sono favorevoli a non averle dall'Eccellenza a tutti i campionati giovanili, mentre le regioni del Sud sono per metterne almeno una. Si andrà allo "scontro" tra regioni oppure si andrà a maggioranza per decidere? Clamoroso sarebbe (ma forse non da escludere a priori...) che si lasci libertà di decisione ad ogni singola regione...

Da capire poi, altro nodo da scogliere come si intenderà agire nei campionati dilettantistic e giovanili dove non c'è uniformità nelle partite giocate sino al momento dell'interruzione. Come si determinerà la vincente del campionato? Si farà un coefficiente tra punti conquistati e partite disputate, oppure si cristallizzerà in tutti i sensi la graduatoria non tenendo conto di niente come è stato fatto, in maniera un po' arbitraria, ad esempio, per decidere le quattro retrocesse dalla serie D?

La speranza è che stavolta sia davvero l'ultimo atto per la chiusura di questa maledetta stagione 2019-2020 che certamente resterà nella storia. Come ha detto pochi giorni fa il presidente della LND Sibilia, il mese di giugno dovrà servire per fare la tanto attesa riforma del calcio italiano. Dal 1 Luglio si volterà pagine, almeno a livello dilettantistico e giovanile, e si aprirà la stagione 2020-2021.

 
 
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/05/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,09449 secondi