Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

"Campo non regolare e sicuro: la società non interviene e perde 0-3"

Singolare sentenza del Giudice Sportivo nel campionato Juniores Nazionale: ma il Follonica Gavorrano non ci sta e farà reclamo

Vai alla galleria

Clamoroso a... Follonica. E' proprio il caso di dirlo, perchè nell'ormai (sigh) lunga carriera a seguire le partite di calcio, mai avevamo letto una decisione del genere. La notizia arriva dalla Maremma ed è relativa al campionato Juniores Nazionale, nel girone G. e si riferisce a una partita che si doveva giocare sabato scorso tra il Follonica Gavorrano e l'Aglianese.

Tutto invece è stato rimandato a causa delle avverse condizioni meteo, con un violento temporale che si è abbattuto sulla zona. Il campo destinato era quello del sussidiario dello stadio di Follonica, dove nel week-end sono state poi rinviate tutte le gare in programma.

Si pensava che fosse così anche per quella degli Juniores, se non che, controllando come consuetudine tutti i bollettini federali oggi siamo incorsi in questa notizia del tutto particolare.

Questo il testo del procedimento contro il Follonica Gavorrano

gara del 2/11/2019 FOLLONICA GAVORRANO SRL - AGLIANESE CALCIO 1923

Il Giudice Sportivo,
- rilevato dagli atti ufficiali che la gara non è stata disputata perché le condizioni del terreno di gioco non consentivano il regolare svolgimento della gara;
- considerato che il Direttore di gara richiedeva un tempestivo intervento ai dirigenti della società FOLLONICA GAVORRANO SRL al fine di garantire delle condizioni sufficienti di regolarità e sicurezza ma non veniva dato alcun seguito;
- visti gli art.65 comma 1 lett. c) del C.G.S. e 59 delle N.O.I.F.;

P.Q.M.

Delibera:
1) di comminare alla società FOLLONICA GAVORRANO SRL la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0-3.

Di fatto si imputa così alla società di casa di non avere adempiuto a certe richieste dell'arbitro per far sì che la gara potesse essere giocata. Come dire? "Ve ne siete sbattuti e io ve la faccio pagare". Questo si desume dalla decisione del Giudice Sportivo che abbiamo messo qua sopra.

In casa Follonica Gavorrano la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Nessuna dichiarazione ufficiale, ma la società si è messa subito all'opera, incaricando lo studio legale Grassini di Bologna di preparare immediatamente un reclamo da inoltrare. Come si può vedere nelle foto che abbiamo messo a corredo dell'articolo, il custode Ermanno Barcelli si è messo al lavoro e sotto la pioggia ha cercato di tracciare nuovamente le linee del campo che venivano concellata dall'acqua battente. Pare anche che l'arbitro abbia trovato non conforme un tombino che dista a due metri da una linea laterale, chiedendo che fosse coperto. 

Al Follonica Gavorrano precisano che mai in questi anni c'erano stati problemi del genere e si è sempre giocato a livello di settore giovanile. E poi, come fosse impossibile far attaccare il gesso su un terreno ormai ridotto a fango. Alla società poi ha dato particolarmente fastidio la motivazione, ecco perchè, nonostante siamo in una categoria ancora giovanile, si è deciso, anche per tutelare la proprio serietà e immagine, di ricorrere, e capire cosa ci sia veramente scritto nel referto dell'arbitro che hanno portato il Giudice Sportivo a prendere una così drastica decisione con una motivazione alquanto bizzarra. 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/11/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,18013 secondi