Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

"Sconfitta amara, ma i nostri ragazzi hanno vinto ugualmente"

Il presidente regionale Paolo Mangini ha seguito la finalissima di Fiuggi dei Giovanissimi della Toscana

Un'alzataccia che meritava la conquista dello Scudetto. Il presidente regionale della LND Paolo Mangini è partito all'alba da Firenze per seguire la finalissima dei Giovanissimi della Toscana nel TORNEO DELLE REGIONI a Fiuggi e nel viaggio di ritorno racconta a TOSCANAGOL le sue sensazioni.

"Poteva andare in un'altra maniera, è vero, ma voglio sottolineare una cosa che mi ha fatto enormemente piacere. Mi ha sempre dato fastidio vedere scene di tristezza o di medaglie subito tolte dal collo al termine di una premiazione di una finale persa. Come pure vedere ragazzi che piangono o si sdraiano in campo disperati. I Giovanissimi della Toscana hanno invece avuto un comportamento esemplare, uscendo a testa non dico alta, ma altissima. Nessuno ha pianto, nessuno si è tolto la medaglia dal collo. Sono rimasti lì, eppure hanno perso uno Scudetto, una finale importantissima. Invece a 14 anni hanno dimostrato una maturità maggiore di tanti adulti. Sono andato nello spogliatoio e gliel'ho detto, facendogli i complimenti a loro e allo staff che li ha guidati".

Sottolineature importanti che servono a crescere una "cultura" sportiva diversa. "Questi ragazzi per me hanno vinto il titolo al pari degli altri".

Tornando alla finale, Mangini ammette la forza della Lombardia. "Peccato perchè nel primo tempo, per almeno venticinque minuti siamo stati più bravi noi. Poi sono venuti fuori loro, potevano segnare, ma anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni. Nei supplementari poteva succedere di tutto e a noi è andata male".

Il bilancio della spedizione nel Lazio è in ogni caso da considerarsi positivo. "Sicuramente, visto che siamo stati l'unica regione a portare tutte e quattro le rappresentative al secondo turno. E' qua che si vede la salute di un movimento. Peccato perchè potevamo portare in finale almeno due-tre squadre: Juniores e Allievi hanno perso in maniera un pèo' beffarda facendosi rimontare, le ragazze invece hanno trovato un muro nella Liguria".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/04/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,05560 secondi