Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Ecco chi ha vinto gli altri tre SCUDETTI

Doppietta del Lazio che trionfa con Juniores e Allievi, nel calcio femminile prevale il Piemonte V. Aosta

Cala il sipario sul 58° Torneo delle Regioni 2019 organizzato quest'anno dalla L.N.D. a Fiuggi dal 12 al 19 Aprile
Nella categoria Giovanissimi ha prevalso la Lombardia, mentre nella categoria Allievi il Lazio ha superato per 2 a 0 le Marche.
Il Calcio femminile ha visto primeggiare il Piemonte Valle d'Aosta che ha sconfitto per 3 a 1 la Liguria, infine nella categoria Juniores ancora il Lazio si aggiudica allo Stadio di Frosinone, lo scudetto sconfiggendo per 3 a 0 la Puglia

CATEGORIA ALLIEVI

Dopo un solo anno di pausa, il Lazio si riprende il trono nella categoria Allievi conquistando il sesto titolo della sua storia al Torneo delle Regioni (1984, 1999, 2012, 2013, 2017 e 2019). Al campo "Capo i Prati" di Fiuggi, la formazione allenata da Giuliano Giannichedda ha superato per 2-0 i pari età delle Marche grazie ai gol nella ripresa di Buglia e Ciriachi, per quest'ultimo anche l'assist vincente sul gol del vantaggio.

Partita in sostanziale equilibrio nella prima frazione di gioco, dove le Marche provano a far valere le qualità di palleggio mentre il Lazio privilegia un pressing alto sui portatori di palla. Poche le occasioni da rete, del Lazio la migliore quando in chiusura di tempo Buglia serve in area De Bellis, ma la conclusione dell'attaccante della Vigor Perconti è troppo debole per impensierire Santarelli. Al 3' della ripresa rispondono le Marche con una gran conclusione al volo di Braconi dai venti metri che sbatte sulla traversa, ma è il Lazio a dare la svolta al match con due reti nel giro di nove minuti. In entrambe c'è lo zampino di Ciariachi: l'attaccante di proprietà dell'Atletico 2000, in campo da appena tre minuti, prima serve a Buglia il pallone del vantaggio su punizione da posizione defilata che il compagno di reparto gira  abilmente di testa nell'angolino, poi mette la firma sul raddoppio con un gran tiro sotto l'incrocio raccogliendo l'assist dell'altro nuovo entrato Cifarelli.

LAZIO-MARCHE 2-0
LAZIO (4-3-3): Campagna; Galardi (31'st Silvestro), Alagna, Ilari, Marino; Malfetta (41'st Arcella), Agresti, Mancini (6'st Ciriachi); Carucci (6'st Peres), Buglia (16'st Cifarelli), De Bellis (6'st Iacoponi). A disp: Maddalena, Perutti. All: Giannichedda
MARCHE (4-2-3-1): Santarelli; Cerolini, Cantarini, Basconi, Smerilli (18'st Onuorah); Alla (23'st Guercio), Arsendi; Verdesi, Lombardi, Santamarianova; Braconi (31'st Pampano). A disp: Bucosse, Bandanera, Capitani, Gagliardi, Matera, Silenzi. All: Galizi
MARCATORI: 10'st Buglia (L), 19'st Ciriachi (L)
ARBITRO: Andriambelo di Roma1 ASSISTENTI: Peluso di Frosinone e D'Antoni di Ciampino
NOTE: Ammoniti: Buglia (L), Barconi (M); recupero 2'pt, 4'st


CALCIO FEMMINILE

Il Piemonte Valle d’Aosta conquista il tricolore. Battuta, in rimonta, la Liguria per 3-1. Dopo gli Allievi è toccato al calcio femminile proseguire la giornata conclusiva del Torneo delle Regioni. Liguria e Piemonte si sono affrontate nel bellissimo centro sportivo del Frosinone, situato nella cittadina di Ferentino. La gara, diretta da una terna anch’essa tutta al femminile, si avvia con ritmi non altissimi. Il match si sblocca al 16’: si accende una mischia nell’area del Piemonte Valle d’Aosta e l’ultimo tocco, che beffa il portiere, è di Zecchino, per un autogol che regala il vantaggio alle liguri. Il Piemonte trova il pareggio con Mellano, su calcio di rigore, realizzato pochi secondi prima dell’intervallo. La ripresa si apre con il Piemonte più arrembante. Infatti al 12’ le ragazze di mister Riccardi mettono la freccia con Aloi. Al 29’ allungano ancora con Bagnasco. Con questo successo il Piemonte Valle D’Aosta ottiene il terzo titolo femminile nella storia del Torneo delle Regioni. Anche le calciatrici delle due formazioni sono state premiate dal presidente LND Cosimo Sibilia. Hanno preso parte alle premiazioni, dopo aver assistito all’incontro il consigliere federale Stella Frascà, il vice presidente per l’Area Centro Giuseppe Caridi insieme ai presidenti regionali Mossino (Piemonte Valle d’Aosta), Ivaldi (Liguria) e Zarelli (Lazio). Presente anche il componente del CRA Lazio, Ivan Magnani.

LIGURIA-PIEMONTE VALLE D’AOSTA 1-3
LIGURIA: Parodi, Barbieri, Basso, Brucci (1’st Barbieri), Ferrea, Giuliana, Isoleri, Luccisano (17’st Giusto), Moscamora, Poletto, Vecciu (1’st Rizzo), Ymeri PANCHINA Seravalli, Bernat, Del Verme, Famà, Giusto, Rizzuto, Solari ALLENATORE Maggi
PIEMONTE VDA: De Filippo, Sorleto, Sala, Ponzio (5’st Colombero), Bagnasco, Accoliti (22’st Papagna), Aloi, Ottone, Frasson, Mellano (28’st Gennari), Zecchino PANCHINA Serale, Ghibaudo, Oberofer, Faudella, Beccaria, Biggi ALLENATORE Riccardi
MARCATORI: autogol Zecchino 16’pt (L), Mellano rig. 44’pt (P), Aloi 12’st (P), Bagnasco 29’st (P)
ARBITRO: Spampinato di Ciampino ASSISTENTI Negro e Nardozi di Roma 1
NOTE: Ammoniti Rupinaro Angoli 3-5 Fuorigioco 1-1 Rec. 4’pt-5’st


JUNIORES

E' il Lazio la vincitrice del 58° Torneo delle Regioni nella categoria Juniores. Al successo ottenuto questa mattina dagli Allievi di Giuliano Giannichedda si aggiunge dunque quello della selezione di Marco Ippoliti, che nel pomeriggio ha superato per 3-0 la Puglia al "Benito Stirpe" di Frosinone. Il quarto confronto in finale tra le due regioni nella storia della competizione (il primo precedente risale alla primissima edizione nel 1959 disputata proprio nel Lazio) si è risolto ancora una volta in favore della formazione di casa, che adesso sale a otto titoli in questa categoria. Continua invece la maledizione della Puglia che rimane ferma all'unico titolo vinto nel 1963 nonostante le dieci finali raggiunte.

Dopo una partenza sorprendente dei ragazzi di Tavarilli, ai quali viene annullata una rete di Maselli per fuorigioco, il Lazio riesce a prendere le misure dell'avversario e già al 18' è passa in vantaggio grazie a un preciso colpo di testa Menniti servito da Miola. L'attaccante della Romulea sblocca  così la finale proprio come in occasione di quella vinta con gli Allievi nell'edizione del 2017 in Trentino (tra i superstiti di quella formazione anche Ceccarini, De Marchis e Russo). Nel giro di quattro minuti i padroni di casa allungano ancora grazie ad una conclusione di Pastorelli nel cuore dell'area di rigore avversaria. Sul finale di tempo una super parata di De Santis su Menniti evita ai suoi il peggio. Nella ripresa Tavarilli prova a scuotere la squadra buttando nella mischia Lavacca, l'uomo della provvidenza ai quarti di finale contro la Toscana, per assistere il bomber Ingredda fin lì troppo isolato. Purtroppo per il tecnico pugliese l'inerzia del match non cambia ed è anzi il Lazio a trovare il tris con uno splendido calcio di punizione trasformato da Gomez. 

LAZIO-PUGLIA 3-0
LAZIO (4-4-2): Pinna (43'st Mancini); Pastorelli, Santoni (46'st Giannotti), Celesti, De Marchis; Ruggero, Iannoni, Gomez, Miola (43'st Compagno); Russo (38'st Ceccarini), Menniti. A disp: Arduini, Cosentino, Dan Almajiri, Lampis, Spoletini. All: Ippoliti
PUGLIA (4-3-3): De Santis; Muciaccia (31'st Lucatelli), Maselli, Lobjanidze, Lamacchia (28'pt Touray); Barrasso, D'Augenti (37'st Giaracuni), Losacco (1'st Lavacca), Santoro, Ingredda, Lorenzo (1'st Ismael). A disp: Schirizzi, Capossele, Andriani, Serino. All: Tavarilli
MARCATORI: 18'pt Menniti (L), 22'pt Pastorelli (L), 32'st Gomez (L) 
ARBITRO: Aronne di Roma1 ASSISTENTI: Cozzuto di Formia e Pancani di Roma1
NOTE: Ammoniti Losacco (P), Santoni, Pastorelli (L)  Recupero: 2'pt, 4'st

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/04/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,03607 secondi