Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


La storia del portiere LEONARDO CITTI: dalla JUVENTUS ai DILETTANTI

"A Torino sono cresciuto tanto, poi ho avuto tanta sfortuna e ora vorrei tornare a giocare in Toscana"

Una storia che vale la pena di raccontare, di un calcio che ti dà, ti illude e poi ti presenta il conto, magari togliendoti tutti i sogni. Dall'altare alla polvere, dall'essere dentro o a un passo da un calcio iper-professionistico, a quello di... casa, dilettantistico o pseudo tale, fatto di passione e tanti sacrifici.

Ecco, Leonardo Citti, classe 1995, portiere di Lucca, può raccontare le due facce di uno sport affascinante e bellissimo, ma anche duro e illusorio, specchio fedele di una società "usa e getta" che niente di perdona.

Una storia iniziata nel 2011 quando il quindicenna Leonardo dopo essere stato seguito dagli osservatori della Juventus, fu acquistato dalla Lucchese dove giocava negli Allievi Nazionali. Tre anni in bianconero, il passaggio in Primavera, poi gli allenamenti con la Prima squadra e il mito Buffon. Quindi un anno in Lega Pro, Gubbio, poi Pontedera, due stagioni ancora in Lega Pro, dal 2015 akl 2017. Poi da febbraio 2018, serie D vicino casa, Ghivizzanoborgo. Infine, ultima stagione, a Castelvetro, grazioso borgo a 25 chilometri da Modena, nell'Eccellenza emiliana.

Andiamo per ordine. Periodo Juventus, cosa ha significato per un ragazzo di quindici anni andare in un club così importate? "Penso di essere cresciuto tanto come persona - risponde Leonardo -  visto che sono partito di casa che ero un ragazzino. Ovviamente non è mancata la preparazione tecnica in campo, guidata dai maggiori esperti del ruolo, cito i miei ex allenatori Chimenti, Scarpello e Claudio Filippi, quest'ultimo attuale preparatore della prima squadra dellaJuventus. I ricordi indelebili sono ovviamente il primo allenamento in Prima squadra: giocavo negli  Allievi, ricordo che c'era la neve e mi trovai davanti dei campioni per una partitella. Davanti a me avevo come difensori... Bonucci e Barzagli. E poi i ritiri estivi di Chatillon, con circa 4000 tifosi agli allenamenti, la tournée americana a San Francisco Los Angeles e Miami, e poi, a causa dell'infortunio di Rubinho, ho fatto tre panchine in A, la prima a San Siro in Inter-Juve 1-1 con i fischi all’entrata in campo per il riscaldamento che penso non dimenticherò mai. Li ho capito cos’era la Juve per chi non la tifava, era la squadra da battere. E le due convocazioni in Champions con Copenaghen fuori casa e Galatasaray allo Juventus Stadium. Indelebili anche i ricordi delle vittorie della Coppa Italia Primavera e della Supercoppa Primavera con le sfilate davanti agli spettatori dello Stadium: ricordi che ti fanno venire i brividi".

In quel periodo anche le convocazioni con le Nazionali Under 18 e Under 19. Poi si apre una seconda fase, quella di "andare a farsi le ossa" come si suol dire, per verificare di "che pasta si è fatti". Ecco Gubbio e la Lega Pro. "Non è stata una parentesi semplice: arrivai in Umbria il 25 Agosto e davanti a me c'era un grande portiere come Iannarilli che mi fece capire cosa significa fare il portiere tra i "grandi" e cos’era la vera competizione. Per chi va avanti e chi invece rimane dietro!  Iannarilli è stato un grande compagno di squadra e tutt’ora lo sento ogni tanto. A gennaio eravamo nelle prime cinque posizioni e quasi sicuri di salvarci in netto anticipo. Alla fine siamo invece andati ai playout: risultato finale, retrocessione e zero partite giocate per me. Un anno durissimo. Poi arrivò il Pontedera che mi prese dalla Juve con un progetto di due anni, il primo di “formazione”, il secondo per esplodere. Nel primo anno giocai quattro partite. Ebbi la rottura del menisco una settimana prima del mio esordio in Coppa Italia con la maglia granata. Quindi esordio rimandato alle ultime partite. Il secondo anno invece è stato diciamo il più sfortunato che ho avuto nella mia seppur breve carriera. Strappo di secondo grado il 30 luglio in Coppa Italia a Foggia. Rientro dopo solo un mese per la prima di campionato con il Siena, alla fine dei conti, altro strappo. Per un titolare di tre strappi in ree partite e rientro effettivo dopo sei mesi a febbraio quando ormai i giochi erano fatti. È' li che ho perso il treno. E' da lì è iniziato diciamo il calvario per la ricerca di uno squadra".

Nuova stagione e ancora problemi. "Prima di Ghivizzano rischiai di passare a Livorno, ma non si concluse e a febbraio, a causa dell'infortunio del secondo portiere, mi chiamano. Ero il quinto portiere in una stagione. Mi promisero di rimanere. Venturi era d’accordo. Ma con l’arrivo di Pagliuca fui costretto a non rimanere. Voleva la quota".

E siamo arrivati a giorni nostri. Estate 2018. "A Ferragosto dopo vani tentativi per trovare squadra in D, accetto Castelvetro, composta da una staff particolare: Masitto (ex calciatore con trascorsi a Carrara e Lucca ndr) come primo allenatore e Andrea Rossi fino all’anno scorso alla guida dei portieri della Reggiana. Mi accontentano in tutto e parto, visto che mi viene data anche la possibilità di poter continuare i miei studi di Ecnomia. Quindi la scelta non mi precludeva nulla!"

L'esperienza è stata positiva. "È’ stato un anno bello, anche perché ho ritrovato la serenità di giocare, la voglia di aspettare e di rivivere la domenica dopo sei mesi passati a casa a mangiarmi lo stomaco. È’ stato un anno positivo personalmente, chiuso con trenta partite tra campionato e coppa Italia. Il calcio in Emilia è diverso da quello toscano, gli impianti sono stratosferici e le squadre forti, vedi la Correggese che ha stravinto il nostro girone".

Nonostante questo però Leonardo ora vorrebbe avvicinarsi a casa. "Vorrei provare a cimentarmi qua in Toscana e provare a far circolare il mio nome anche vicino casa, perché ho sempre tanta voglia e mandando a quel paese le regole degli under e degli over, penso di essere ancora giovane per dimostrare ciò che in passato, non sempre son riuscito a fare. La categoria? Non faccio un problema,  serie D o Eccellenza che sia. La serie D sarebbe ambita anche per sfatare questo mito che debbano giocare gli Under. Quest'anno il Modena ha scelto di far giocare l'Under e ha perso il campionato di serie D per i portieri. Con noi quest'anno si è allenato Narciso, un ex portiere che ha fatto tanta serie A e B, la spina dorsale di una squadra dal portiere alla punuta centrale dovrebbe essere formata tutta da elementi esperti".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Gino Mazzei il 14/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Il "MONDO TAU" scende in PIAZZA: quanta gente per la PRESENTAZIONE

È iniziata alla grande la stagione sportiva 2019/2020 del Tau Calcio Altopascio, protagonista sabato 14 settembre di Tau On Stars, la grande festa amaranto organizzata in occasione della Festa del pane per celebrare tutti i membri della società, dai dirigenti ai più piccoli atleti. Come ogni anno, quindi, sono state presentate le squadre e gli staff impegnati nella ...leggi
17/09/2019

GHIVIBORGO-LUCCHESE si gioca a POZZI: ecco tutti i DETTAGLI

La LND ha ratificato la scelta del Givborgo di giocare la gara in casa con la Lucchese di domenica 22 Settembre allo stadio "Buonriposo" di Seravezza. La società della Media Valle del Serchio ha così preparato un comunicato nella quale spiega nel dettaglio tutta l'organizzazione che ha predisposto. Il Ghiviborgo con l’intento di organizzare il derby con la Lucche...leggi
17/09/2019

La VIRTUS VIAREGGIO ringrazia MARCELLO LIPPI per l'apertura di credito

Ripartire da una squadra formata interamente da viareggini e poi formare un settore giovanile importante. Quindi una occhio benevolo alla nuova società Virtus Viareggio "che mi dicono ispirarsi a questi valori. Capisco che la città non la consideri "sua" perchè arriva da Montignoso. E nello sport, e ancor più nel calcio, il campanile ha la sua importanza...leggi
16/09/2019

La LUCCHESE prova a ipotecare il futuro rinnovando il PORTA ELISA

Passi in avanti per il futuro dello stadio Porta Elisa dopo l'incontro che si è svolto in Comune. Il sindaco Alessandro Tambellini ha incontrato la proprietà della Lucchese (c'erano il presidente Bruno Russo, Mario Santoro e Alessandro Vichi) e una delegazione in rappresentanza dell'imprenditoria locale (pare che ci fossero Massimo Puccetti, Stefano Varia, Luca Gelli). Un'ora di c...leggi
16/09/2019

GHIVIBORGO-LUCCHESE si giocherà allo stadio "BUONRIPOSO"

Manca solo l'ufficialità (c'è da aspettare l'ok da Roma), ma la gara di domenica prossima tra Ghiviborgo e Lucchesem valida per la quarta giornata nel girone A della serie D, si giocherà allo stadio "Buonriposo" di Pozzi, la sede abituale delle partite casalinghe del Seravezza. E' saltata la prima ipotesi che dava per sicura la sede dello stadio "Mannucci" di Ponted...leggi
16/09/2019

FUOCHI d'ARTIFICIO per aprire la nuova stagione dell'ACADEMY PORCARI

Presentazione in grande stile per l Academy Porcari davanti a più di 600 persone, che hanno gremito le tribune dello stadio. Mattatore della serata il vulcanico presidente Stefano Silla, acclamato da tutta la tribuna al momento del suo arrivo sul palco! Hanno aperto la festa il vice sindaco di Porcari Fanucchi e l'assessore allo sport Gigli che hanno portato i saluti del Sindaco Fornacia...leggi
13/09/2019

"TAU ON STARS", ecco la lunga NOTTE di festa per il club amaranto

Cena in piazza, fuochi d’artificio, musica fino a tarda notte: sabato 14 settembre Altopascio è amaranto con “Tau on Stars”, l’evento nell’evento che chiama a raccolta in occasione della Festa del Pane tutti i membri della grande Casa Tau Calcio Altopascio. Come ogni anno, infatti, è giunto il momento delle presentazioni degli atleti e degli s...leggi
13/09/2019

Tutti gli EX GIOCATORI del LIDO DI CAMAIORE alla festa di COMPLEANNO

Avanti tutta, con altri amarcord d’annata, verso la festa di compleanno – vengono festeggiati i primi sessanta anni e passa di attività – del Lido di Camaiore Calcio: l’appuntamento-invito ad essere presente è per tutti coloro che hanno indossato la maglia gialloblù arricchita spesso dal simbolo del cavalluccio marino, è per sabato prossimo 14...leggi
10/09/2019

La SEZIONE AIA di LUCCA organizza il CORSO per aspiranti ARBITRI

Come ogni anno la sezione Arbitri “M. Gianni” di Lucca, organizza gratuitamente il corso per aspiranti arbitri di calcio. Possono partecipare tutti i candidati di ambo i sessi che siano cittadini della Comunità Europea, con documento di identità valido, ed i cittadini extra comunitari, dotati anche di regolare permesso di soggiorno, che abbiano compiuto alla data ...leggi
10/09/2019

"RICORSO INAMMISSIBILE": VIAREGGIO 2014 fuori dall'ECCELLENZA

Un lungo pomeriggio a Roma presso il Collegio di Garanzia del CONI che ha respinto il ricorso del Viareggio 2014 che chiedeve l'ammissione in sovrannumero al campionato di Eccellenza. Il ricorso è stato giudicato "inammissibile"  (attendiamo di sapere ora se uscirà un comunicato con le motivazioni), per cui ora il Viareggio 2014, che sperava inizialmente nel ripescaggio in se...leggi
09/09/2019

VIDEO SERIE D GIRONE A, Borgosesia-Lucchese 1-1

Borgosesia - Lucchese 1-1  BORGOSESIA: Galli, Saltarelli, Reolfi, Bartolini, Ferrando, Costa, Matera (33’ st Cirigliano), Castelletto, Muzzi (46’ st Iannacone), Ravasi, Pagliaro (23’ st Ferradino). A disposizione: Martignoni, Tonoli, Canessa, Bernardo, Tampellini, Barella. Allenatore: Didu.LUCCHESE: Fon...leggi
09/09/2019


SERIE D, il GHIVIBORGO presenta le NUOVE MAGLIE per la STAGIONE

Alla cena conviviale tenutasi nel locale MaraMeo di Borgo a Mozzano fra squadra, staff e società presentate le nuove maglie del GhiviBorgo (serie D girone A9 con i main sponsor per la stagione calcistica 19/20. Ai tradizionali  Gesam gas e E.i.l, quest’anno si aggiunge la nota società Blukart srl di Uzzano (PT) che opera nel settore della carta e del cartone. A ...leggi
06/09/2019

VOLPI: "O ECCELLENZA o NIENTE, non faremo la TERZA CATEGORIA"

C'è grande curiosità per avere la sentenza del Consiglio di Garanzia del Coni che lunedì 9 settembre potrebbe riammettere il Viareggio 2014 al campionato di Eccellenza in sovrannumero, oppure cancellare il calcio nella città marittima. È infatti Tommaso Volpi a fissare alcuni imprescindibili punti. “O sarà Eccellenza, o non sa...leggi
04/09/2019

Le GESTA del RIVER PIEVE arrivano fino in ARGENTINA

Riprendiamo e traduciamo un articolo uscito sul quotidiano argentino Olé prima del derby tra River Plate e Boca Juniors in cui è stato intervistato il Presidente del River Pieve Francesco Canozzi, il quale parla del "legame" tra il club toscano e quello millionario. L'arrivo di Daniele De Rossi ha rivoluzionato il mondo Boca e ancor prima di debuttare contro Almag...leggi
04/09/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02399 secondi