Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Lucca


MATTEO TREFOLONI fa lezione agli ARBITRI nella sezione AIA di LUCCA

Importante incontro con il responsabile della CAN D che ha accettato l'invito del presidente Antonio Ruffo

La serata del 28 gennaio sarà ricordata a lungo nella sezione arbitri di Lucca, grazie alla lezione tenuta dal responsabile della CAN D Matteo Trefoloni. Nonostante i suoi numerosi impegni associativi lungo tutto lo stivale (e anche oltre), Matteo ha risposto, con il suo solito generoso entusiasmo, all’invito del Presidente di Sezione Antonio Ruffo a tenere una lezione nella sua Toscana.

Le stanze e la sala riunioni sezionale sono state affollate, oltre che dai numerosi associati lucchesi, anche da una nutritissima compagine di arbitri, assistenti ed osservatori delle altre sezioni toscane inseriti, insieme ai sette lucchesi, nei ruoli CAN D; ad essi si sono uniti anche i presidenti sezionali di Carrara, Pontedera e Viareggio. A fare gli onori di casa, oltre al Presidente Ruffo, il presidente della CRA Toscana, il lucchese Vittorio Bini, che non poteva far mancare la sua presenza in una serata come questa.

Trefoloni non ha smentito la sua fama di sapiente motivatore ed istruttore arbitrale. Nella serata lucchese non ha inteso affrontare tematiche tecniche ma focalizzare la sua esposizione, anche grazie all’uso di video, offrendo spunti di riflessioni, basati dalla sua esperienza come arbitro prima e come dirigente poi, ai “suoi” ragazzi e ai giovani colleghi lucchesi che ancora stanno svolgendo il loro impegno nelle categorie regionali e provinciali. Numerosi e importanti i messaggi che ha dato: primo fra tutti l’essenzialità di capire come nell’arbitraggio siano ininfluenti, per il raggiungimento dei propri obiettivi, le condizioni al contorno, che portano a dare un peso fuorviante all’immagine esterna e ad altri aspetti materiali; quello che serve ognuno deve averlo dentro di sé, nel proprio cuore.

Facendo riferimento alla propria esperienza Trefoloni ha invitato i ragazzi a considerare come la didattica tecnica arbitrale sia cambiata in questi anni, arrivando ai livelli attuali in cui le immagini delle gare sono diventate una normale fonte d’informazione e di conoscenza tecnica; di ciò le nuove leve devono sentirsi fortunate; fino a non molti anni fa tutto ciò era impensabile, eppure l’AIA è riuscita a formare grandi arbitri anche in passato; quelli arbitri possedevano una caratteristica indispensabile e primaria: avevano FAME di arbitraggio, anelavano conoscenza, credevano in quello facevano, avevano il giusto atteggiamento verso la propria attività. I giovani colleghi di adesso, sia quelli a livello nazionale sia i più giovani, non devono e non possono permettersi di aspettare che qualcuno gli fornisca il risultato già pronto affidandosi totalmente alla migliorata qualità didattica attuale. Matteo ha usato una metafora efficace: non si può attendere al tavolo l’arrivo di un piatto cucinato da altri; dobbiamo essere in grado di conoscere e controllare tutto il processo che sta alla base della sua realizzazione, dalla qualità degli ingredienti da utilizzare, ai modi corretti per prepararlo, fino all’effettivo risultato finale che per un arbitro è rappresentato dal portare a termine la gara in modo ottimale. Un arbitro deve avere cura di farsi carico e dominare l’intero percorso, basato su conoscenza, didattica, esperienza fino alla “produzione” della propria gara, essa non sarà altro che il risultato del “bagaglio” di conoscenza, atteggiamento e impegno che ognuno porta con sé andando ad arbitrare.

Arbitrare è una sfida a due, in cui è necessario avere chiaro che l’arbitro è l’elemento apparentemente più debole, il vero gigante è l’avversario: la gara stessa. Essa rappresenta un avversario che deve essere vinto grazie alla voglia e alla convinzione di riuscire a farlo; perciò è necessario mantenere un elevato livello di sana tensione mantenendo al contempo il controllo delle proprie emozioni e della paura, amica/nemica di ogni arbitro che lo accompagna fino al momento del fischio d’inizio. Ognuno troverà il proprio modo di affrontare queste emozioni raggiungendo il personale punto di equilibrio ma, sempre, avendo il “cuore in gola” per la sfida che uno si appresta ad affrontare andando al centro del terreno di gioco.

La conclusione della “lezione di vita” arbitrale, Trefoloni l’ha riservata al concetto di appartenenza associativa; ognuno deve coltivare il proprio aspetto associativo, avendo consapevolezza che il risultato di un singolo è sempre stato, e sempre sarà, il frutto di un lavoro collegiale che ha il proprio fulcro, e origine, nella Sezione Arbitrale; culla di ognuno di noi e vero pilastro della famiglia AIA. Consapevolezza che deve spingersi fino al punto di capire quanto ciò che il singolo ha avuto dalla Sezione (in termini di conoscenza, cura e considerazione) nel momento crescente dell’esperienza arbitrale debba poi ritornare verso essa, trasferendo le proprie esperienze alle giovani generazioni, quando la propria parabola associativa cambierà fisiologicamente direzione.

Non capita spesso di avere la possibilità di percepire tanta qualità nei consigli e nei concetti espressi da un relatore; Matteo Trefoloni ha sicuramente rappresentato un punto di riferimento in tal senso, con la sua lezione di alto profilo tecnico ed umano, per cui l’intera platea gli ha tributato, nel salutarlo, un caloroso applauso. 

fonte www.aialucca.it

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 31/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



SERIE D GIR. A, OPERATO allo ZIGOMO il difensore Antonio TOGNARELLI

Nella mattina di venerdì 20 settembre, il difensore classe 1991 del Real Forte Querceta Antonio Tognarelli è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per ripristinare la frattura allo zigomo rimediata in uno contro di gioco durante il derby vinto per 2-1 contro la Lucchese nell'ultimo turno. L’operazione è andata bene, Tognarelli ha rassicurato i...leggi
20/09/2019

"Nostro avvio STRAORDINARIO, contro la LUCCHESE vogliamo fare BENE"

Nove punti in tre partite per un avvio di campionato tanto scoppiettante quanto inaspettato: il Ghivizzano Borgoamozzano allenato da Pacifico Fanani guarda tutti dall’alto verso il basso (a pari merito con la Fezzanese) nel Girone A di Serie D e nel prossimo turno sfiderà in un match suggestivo la Lucchese 1905, capace di conquistare sin qui appena due punti. Fanani è...leggi
20/09/2019


Il "MONDO TAU" scende in PIAZZA: quanta gente per la PRESENTAZIONE

È iniziata alla grande la stagione sportiva 2019/2020 del Tau Calcio Altopascio, protagonista sabato 14 settembre di Tau On Stars, la grande festa amaranto organizzata in occasione della Festa del pane per celebrare tutti i membri della società, dai dirigenti ai più piccoli atleti. Come ogni anno, quindi, sono state presentate le squadre e gli staff impegnati nella ...leggi
17/09/2019

GHIVIBORGO-LUCCHESE si gioca a POZZI: ecco tutti i DETTAGLI

La LND ha ratificato la scelta del Givborgo di giocare la gara in casa con la Lucchese di domenica 22 Settembre allo stadio "Buonriposo" di Seravezza. La società della Media Valle del Serchio ha così preparato un comunicato nella quale spiega nel dettaglio tutta l'organizzazione che ha predisposto. Il Ghiviborgo con l’intento di organizzare il derby con la Lucche...leggi
17/09/2019

La VIRTUS VIAREGGIO ringrazia MARCELLO LIPPI per l'apertura di credito

Ripartire da una squadra formata interamente da viareggini e poi formare un settore giovanile importante. Quindi una occhio benevolo alla nuova società Virtus Viareggio "che mi dicono ispirarsi a questi valori. Capisco che la città non la consideri "sua" perchè arriva da Montignoso. E nello sport, e ancor più nel calcio, il campanile ha la sua importanza...leggi
16/09/2019

La LUCCHESE prova a ipotecare il futuro rinnovando il PORTA ELISA

Passi in avanti per il futuro dello stadio Porta Elisa dopo l'incontro che si è svolto in Comune. Il sindaco Alessandro Tambellini ha incontrato la proprietà della Lucchese (c'erano il presidente Bruno Russo, Mario Santoro e Alessandro Vichi) e una delegazione in rappresentanza dell'imprenditoria locale (pare che ci fossero Massimo Puccetti, Stefano Varia, Luca Gelli). Un'ora di c...leggi
16/09/2019

GHIVIBORGO-LUCCHESE si giocherà allo stadio "BUONRIPOSO"

Manca solo l'ufficialità (c'è da aspettare l'ok da Roma), ma la gara di domenica prossima tra Ghiviborgo e Lucchesem valida per la quarta giornata nel girone A della serie D, si giocherà allo stadio "Buonriposo" di Pozzi, la sede abituale delle partite casalinghe del Seravezza. E' saltata la prima ipotesi che dava per sicura la sede dello stadio "Mannucci" di Ponted...leggi
16/09/2019

FUOCHI d'ARTIFICIO per aprire la nuova stagione dell'ACADEMY PORCARI

Presentazione in grande stile per l Academy Porcari davanti a più di 600 persone, che hanno gremito le tribune dello stadio. Mattatore della serata il vulcanico presidente Stefano Silla, acclamato da tutta la tribuna al momento del suo arrivo sul palco! Hanno aperto la festa il vice sindaco di Porcari Fanucchi e l'assessore allo sport Gigli che hanno portato i saluti del Sindaco Fornacia...leggi
13/09/2019

"TAU ON STARS", ecco la lunga NOTTE di festa per il club amaranto

Cena in piazza, fuochi d’artificio, musica fino a tarda notte: sabato 14 settembre Altopascio è amaranto con “Tau on Stars”, l’evento nell’evento che chiama a raccolta in occasione della Festa del Pane tutti i membri della grande Casa Tau Calcio Altopascio. Come ogni anno, infatti, è giunto il momento delle presentazioni degli atleti e degli s...leggi
13/09/2019

Tutti gli EX GIOCATORI del LIDO DI CAMAIORE alla festa di COMPLEANNO

Avanti tutta, con altri amarcord d’annata, verso la festa di compleanno – vengono festeggiati i primi sessanta anni e passa di attività – del Lido di Camaiore Calcio: l’appuntamento-invito ad essere presente è per tutti coloro che hanno indossato la maglia gialloblù arricchita spesso dal simbolo del cavalluccio marino, è per sabato prossimo 14...leggi
10/09/2019

La SEZIONE AIA di LUCCA organizza il CORSO per aspiranti ARBITRI

Come ogni anno la sezione Arbitri “M. Gianni” di Lucca, organizza gratuitamente il corso per aspiranti arbitri di calcio. Possono partecipare tutti i candidati di ambo i sessi che siano cittadini della Comunità Europea, con documento di identità valido, ed i cittadini extra comunitari, dotati anche di regolare permesso di soggiorno, che abbiano compiuto alla data ...leggi
10/09/2019

"RICORSO INAMMISSIBILE": VIAREGGIO 2014 fuori dall'ECCELLENZA

Un lungo pomeriggio a Roma presso il Collegio di Garanzia del CONI che ha respinto il ricorso del Viareggio 2014 che chiedeve l'ammissione in sovrannumero al campionato di Eccellenza. Il ricorso è stato giudicato "inammissibile"  (attendiamo di sapere ora se uscirà un comunicato con le motivazioni), per cui ora il Viareggio 2014, che sperava inizialmente nel ripescaggio in se...leggi
09/09/2019

VIDEO SERIE D GIRONE A, Borgosesia-Lucchese 1-1

Borgosesia - Lucchese 1-1  BORGOSESIA: Galli, Saltarelli, Reolfi, Bartolini, Ferrando, Costa, Matera (33’ st Cirigliano), Castelletto, Muzzi (46’ st Iannacone), Ravasi, Pagliaro (23’ st Ferradino). A disposizione: Martignoni, Tonoli, Canessa, Bernardo, Tampellini, Barella. Allenatore: Didu.LUCCHESE: Fon...leggi
09/09/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05217 secondi